in ,

Diete senza grassi: non fanno dimagrire e possono fare male

Per molti anni i grassi sono stati demonizzati e ritenuti i principali colpevoli di persone in sovrappeso e obesità; negli anni sono nate moltissime diete a basso contenuto di grassi che però non hanno portato i risultati sperati. A dare l’allarme sono il National obesity forum e la Public Health Collaboration, due istituzioni inglesi che si occupano di salute pubblica in Gran Bretagna. La loro richiesta arriva dall’accertamento che le diete a basso contenuto di grassi non funzionano per dimagrire, anzi possono essere poco salutari: per questo le due istituzioni chiedono ora una revisione delle linee guida sull’alimentazione.

“Mangiare grasso non significa sempre diventare grassi” spiegano le istituzioni inglesi, malgrado per molto tempo si sia pensato in questo modo; differentemente carne, pesce, latticini o altri alimenti evitati perché ritenuti “troppo grassi” sono necessari per la salute umana ma, come ogni alimento, vanno mangiati con moderazione. Un’alimentazione “povera in carboidrati raffinati, ma che contenga anche grassi” potrebbe invece essere “l’approccio giusto per prevenire l’aumento di peso e aiutare a dimagrire” secondo i due istituti inglesi che si sono schierati contro le diete a basso contenuto di grassi.

A peggiorare questa situazione infatti sono i moltissimi prodotti “light” pubblicizzati da diversi marchi; a volte infatti questi alimenti per contenere pochi grassi, vengono insaporiti con una maggior quantità di zuccheri: se si aggiunge il fatto che essendo leggeri chi è a dieta tende a esagerare con questi alimenti, la situazione peggiora ulteriormente perché comunque in una dieta equilibrata si dovrebbero consumare il 20 – 35% di grassi e non più del 45 – 60% di carboidrati (relativamente alle calorie giornaliere).

Credit foto: Oleksandra Naumenko / Shutterstock

Ultime notizie Napoli calcio: Sarri-De Laurentiis sodalizio per lo scudetto

Spiderman Homecoming film 2017, Vincent D’Onofrio smentisce l’offerta