in

Diletta Leotta, foto hot rubate: la testimonianza della conduttrice

Era il 2016 quando all’improvviso e all’insaputa di Diletta Leotta cominciarono a circolare in rete foto personali e privatissime della conduttrice di Dazn. Certa di aver inviato quelle immagini al compagno, la Leotta presentò denuncia alla polizia postale per violazione della privacy. Fu dunque aperto un fascicolo, a Roma, per ricettazione a carico di chi pubblicò l’immagine salvata sul ‘cloud’ della giornalista, mentre l’hacker minorenne che riuscì ad entrare in possesso della foto, fu indagato dalla procura di Milano.

Diletta Leotta, procede la doppia inchiesta per le foto hot

Procede, dunque, la doppia inchiesta nata da quella denuncia nel settembre 2016 e per la quale, nei giorni scorsi, la Leotta è stata ascoltata dal pm Carlo Villani come parte lesa nella vicenda degli scatti rubati. Diletta, accompagnata in procura dalla sorella Federica, in veste di avvocato, ha ricostruito la vicenda al pm che sta provando a chiarire le posizioni dei singoli responsabili delle testate.

Diletta Leotta, foto rubate: “Chi distribuisce una foto privata commette reato”

All’epoca dello scandalo, l’ufficio stampa di Diletta Leotta diffuse un comunicato spiegando: “Il telefono portatile di Diletta è stato hackerato e alcune sue foto privatissime di alcuni anni fa, in realtà insieme ad evidenti fotomontaggi, in queste ore sono distribuite in rete da moltissime persone. Diletta ha subito una gravissima violazione della privacy, è molto amareggiata ma nello stesso tempo indignata e pronta a gestire questa vicenda. Il suo pensiero è rivolto a ragazze più giovani, magari meno solide, cercando di condividere la sua esperienza sul fatto che chiunque distribuisce con leggerezza una foto privata magari di un amico, di una fidanzata o di una ex senza chiedere il suo consenso commette un reato”.

Leggi anche —> “Wanda Nara voleva farmi da procuratrice, rifiutai”, Maxi Lopez svela i dettagli

Morta Marella Agnelli Caracciolo: la vedova dell’Avvocato aveva 92 anni

Anticipazioni “C’è posta per te” 23 febbraio 2019: tutte le curiosità sulla sesta puntata