in

Dimagrire mangiando pasta è possibile: ecco come

Dimagrire mangiando pasta può sembrare una convinzione assurda ma non è così. A sostenere ciò è il famoso nutrizionista Pietro Antonio Migliaccio, il quale afferma che dimagrire con i carboidrati è possibile, seguendo la sua dieta della pasta, una dieta nella quale è necessario non esagerare con le quantità e con i condimenti che si utilizzano.

I condimenti free consigliati dal famoso nutrizionista sono gustosi e semplici, si va dai broccoli ai carciofi al pomodoro fresco e al tonno. Un piatto diverso per ogni giorno della settimana e nel quale è presente sempre un cucchiaino d’olio di oliva per insaporire le pietanze. La porzione base di pasta inserita nella dieta è di 80 gr ma può aumentare o diminuire a seconda degli ingredienti utilizzati come condimento, per esempio per le lenticchie i grammi di pasta suggeriti sono appena 40. Il consumo di pasta deve essere sempre a pranzo, mentre per la cena verdure, carne e pesce si alternano. A metà pomeriggio e a metà mattina la frutta è l’alimento più indicato, a colazione latte e fette biscottate sono invece il modo per iniziare bene la giornata.

E’ possibile seguire questa dieta per un massimo di due settimane con una perdita di peso che può arrivare ai 2 kg e mezzo, considerando il peso iniziale. Una volta terminata si può continuare per una settimana al mese, con un calo di peso che va dai 500 gr a 1 Kg ogni volta. Dimagrire mangiando pasta è quindi possibile: una notizia che farà sicuramente felici tutti gli amanti di questo piatto.

contouring

Contouring viso tondo: come valorizzarsi con il make up

aldrovandi risarcimento

Aldrovandi, gli agenti condannati a pagare 560mila euro di risarcimento