in

Dimissioni per giusta causa e Naspi Inps: tutto quello che bisogna sapere

Qualche tempo fa vi abbiamo parlato delle dimissioni per giusta causa, cosa sono e quando possono verificarsi. Ho diritto alla Naspi Inps se il rapporto di lavoro è terminato con le dimissioni per giusta causa? Questo è uno degli interrogativi che molti dipendenti si pongono. Vediamo allora di fare chiarezza su questo dilemma che attanaglia tantissimi lavoratori. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Prima di tutto: la Naspi è l’indennità di disoccupazione e per ottenerla è necessario che lo stato di disoccupazione sia del tutto in maniera involontaria. Si può affermare che, per goderne, il rapporto lavorativo non deve essere terminato a causa di dimissioni o di consenso volontario. Alcune eccezioni però ci sono, tra cui le dimissioni per giusta causa. Il lavoratore, infatti, ha diritto alla Naspi se:

  • Non è stato retribuito per un periodo reiterato;
  • Ha subito molestie sessuali sul posto di lavoro;
  • Ha subito un peggioramento delle mansioni da svolgere;
  • Ha subito mobbing;
  • Ha subito uno spostamento di sede del lavoratore, senza ragioni organizzative.

Ricordiamo, inoltre, che le lavoratrici donne hanno diritto alla Naspi Inps anche se sono state presentate le dimissioni per il periodo di maternità (dai 300 giorni prima dalla data presunta di nascita fino al 1° anno del nascituro).

In apertura foto di Kostenko Maxim/Shutterstock.com

Written by Giuseppe Cubello

Studente all'Università Magna Graecia di Catanzaro. Innamorato dello sport. Sogno di diventare presto giornalista pubblicista.

Riccardo Fogli e Patty Pravo bacio sul palco: ecco la reazione della moglie del cantante

Curry Finals NBA Golden State

Nba risultati e highlights della notte: tonfo Durant, Steph Curry stupefacente, incredibile Philadelphia