in

Dimmi come mangi e ti dirò da dove vieni: usanze a tavola nel mondo

State per fare un viaggio all’estero? Allora forse dovreste tenere a mente alcune azioni da non compiere quando volete mangiare in un paese straniero. Ecco le usanze a tavola nel mondo.

Cambogia: in questo paese è buona educazione leccarsi le labbra al fine di trasmettere il piacere nel consumare il proprio pasto. Al contrario, bisogna sempre tenere la bocca chiusa mentre si mangia.

Afghanistan: se vi cade del pane è buona educazione raccoglierlo e dargli un bacio prima di rimetterlo in tavola. È cattiva educazione, invece, far sedere il proprio ospite vicino alla porta d’ingresso.

Cile: è buona norma far sedere prima la propria compagna. Al contrario, è considerata cattiva educazione parlare con le posate in mano.

Danimarca: è buona educazione indicare l’attesa della seconda portata ponendo le posate sui bordi del piatto. Al contrario, non si viene visti di buon occhio se, invece di dividere la pietanza in bocconi sempre più piccoli, la si divora intera.

Egitto: in questo paese bisogna sempre ricordarsi di tenere il tè con entrambe le mani fino a quando non è stato versato tutto nella tazza. È invece considerata cattiva educazione guardare il piatto degli altri.

Etiopia: durante un pasto, se volete che gli altri prestino attenzione a voi, dovete battere le mani. Invece, se vi leccate le dita durante un pasto, verrete additati come troppo rudi e maleducati.

Filippine: in questo paese, durante l’ora del tè è buona educazione riempire nuovamente la tazza al proprio interlocutore se questa è piena solo a metà. È considerata, invece, una mancanza di rispetto arrivare troppo tardi.

Francia: è buona educazione rompere il pane in due parti invece di morderlo, inoltre, è considerato un gesto poco ben visto spalmarci sopra il formaggio.

Zambia: in questo paese, se si comincia a mangiare una zuppa, bisogna terminarla senza fare pause. In questo modo si fa capire al cuoco che il cibo è di nostro gradimento. Al contrario, meglio evitare di chiedere di quali ingredienti sia composto, altrimenti passereste per persone che credono di essere avvelenate.

Germania: se volete far capire al cuoco che la carne che state gustando è ottima e tenera, dovete tagliarla il più possibile. Al contrario, i tedeschi vi guarderanno in modo strano se proverete a fare la stessa cosa con l’insalata. In quel caso è meglio una semplice forchetta.

Giappone: se state gustando una buona zuppa calda, è considerata buona educazione succhiare letteralmente gli spaghetti. Al contrario, per quanto riguarda il vino, se vi riempirete il bicchiere per primi, senza pensare agli altri, verrete visti come degli alcolizzati.

Inuit: in alcune culture Inuit del Canada, emettere aria dal proprio deretano subito dopo aver terminato il pasto è considerato un complimento. Bisogna, inoltre, ricordarsi di togliere sempre i guanti, non importa quanto faccia freddo.

Arabia Saudita: in questo paese è buona educazione mantenere il silenzio durante i pasti. Se qualcuno vi chiede di passargli del cibo, però, state attenti a quale mano utilizzerete: adoperare la sinistra non è visto di buon occhio.

Russia: presentarsi a cena con un mazzo di fiori in regalo è considerato molto educato e rispettoso. Al contrario, bisogna ricordarsi di non mischiare mai, per nessun motivo, la Vodka con altre bevande.

Photo Credit: Iakov Filimonov/Shutterstock.com

van gogh alive mostra torino 2016

Mostre Torino Marzo 2016, Van Gogh Alive: l’esperienza multimediale dell’arte

zenzero raffreddore cardioaspirina

Zenzero, benefici e controindicazioni: dal raffreddore alla cardioaspirina