in

Dimmi da dove vieni e ti dirò come sei sotto le lenzuola: la “prima volta” è una questione di geni

Chi l’avrebbe mai detto che la vita intima è influenzata anche dai geni? Sembra infatti che alcuni fattori genetici determinino i comportamenti delle persone sotto le lenzuola e addirittura l’età della “prima volta”: ad identificare questa correlazione tra genetica e comportamenti sessuali è stato uno studio portato avanti dall’Università di Cambridge.

Una ricerca dell’Università di Cambridge rivoluzionerà definitivamente l’approccio allo studio delle abitudini intime di ognuno di noi: alcuni ricercatori, coordinati da John Perry, hanno infatti scoperto che a determinare alcune abitudini non sono solamente fattori socio-culturali bensì anche genetici. Lo studio ha rivelato che alcune mutazioni genetiche partecipano nel determinare l’età della pubertà che, a sua volta, condiziona l’età della “prima volta” e anche del primo figlio.

Condotta su 380mila persone – di cui 120.000 donne e uomini tra 40 e 69 anni, 241mila finlandesi e 20.000 donne americane con origine europea – la ricerca ha rivelato ben 38 varianti genetiche che condizionano l’età del primo rapporto: in particolare, queste mutazioni genetiche sono in parte collegate all’età in cui si manifesta la pubertà e, di conseguenza, anche con quella del primo rapporto intimo o della prima gravidanza. Lo studio pubblicato sulla rivista scientifica Nature Genetics ha messo in luce anche come alcuni geni, tra cui il Cadm2, siano responsabili anche del controllo di alcune connessioni delle cellule cerebrali legate ad alcuni comportamenti tra cui l’irritabilità ma anche il comportarsi in modo rischioso e, di conseguenza, anticipare l’età dei primi rapporti intimi.

Vai Francigena del Lazio le tappe

Via Francigena nel Lazio: le tappe da Acquapendente a Roma, in viaggio nella natura

neonati al mare, neonati al mare cosa portare, neonati al mare consigli, neonati al mare a quanti mesi, neonati al mare come comportarsi, neonati al mare quando,

Neonati al mare consigli: a quanti mesi, cosa portare e come comportarsi