in

Dino Giarrusso, selfie nudo in bagno sui social: l’ex Iena vittima di ‘revenge porn’

Una nuova vittima di revenge porn sembra essere proprio lui, Dino Giarrusso, candidato alle liste Europee del Movimento 5 stelle ed ex Iena. Secondo quanto riportato da “La Repubblica” una foto osé di questi è circolata ieri in rete ed è rimasta visibile per circa un’ora su Facebook. Nel selfie «incriminato» si vede Dino Giarrusso in bagno, in piedi, con la camicia alzata ben sopra la cintola. Il candidato M5S dice di non saperne nulla: «Denuncerò subito la vicenda alla polizia postale!». A far intuire che si tratti di vendetta porno la didascalia che accompagnava lo scatto rimosso poco dopo. 

«Camicia alzata ben sopra la cintola», il selfie nudo in bagno di Dino Giarrusso finisce sui social

«Ce l’avete tutti questa figurina, sì?», questa la frase ammiccante messa in calce al post. La foto pubblicata è stata tagliata e non si vedono le parti intime di Dino Giarrusso, ma il commento di chi ha caricato lo scatto pare far riferimento ad un’abitudine (vera o presunta) del candidato dei 5 Stelle, che manderebbe foto simili ad altre donne, magari sue conquiste. Insomma a tutti gli effetti sembra un chiaro tentativo di gettare fango sul candidato del M5s e ovviamente ci sarà un’inchiesta a riguardo. Come abbiamo detto in apertura Dino Giarrusso si è detto parecchio stupito dell’accaduto: «Cosa? Una mia immagine intima su Facebook? Non ne so nulla. Ma dite davvero?», queste le prime parole dell’ex Iena, che ha poi aggiunto: «Denuncerò subito la vicenda alla polizia postale. E ricordo che chiunque faccia circolare foto di nudi senza segnalarlo alle autorità competenti commette un reato!». Un caso che ricorda per certi versi quello subito dalla deputata Cinque Stelle Giulia Sarti. 

Dino Giarrusso il selfie in bagno pubblicato su Facebook: l’ex Iena vittima di revenge porn

Come osserva La Repubblica la querelle a luci rosse che vede protagonista Dino Giarrusso è il classico esempio di fatto privato che diventa politico. Eh già, perché se non ci fossero state di mezzo le elezioni europee, la pubblicazione del post hard ai danni del giornalista avrebbe potuto essere una ripicca di carattere sentimentale o giù di lì. Invece sembra una ritorsione vera e propria e La Repubblica invita il lettore a tenere conto del fatto che «Giarrusso, particolare non secondario, è l’autore dei servizi di denuncia su Fausto Brizzi, il regista accusato di molestie sessuali che, dopo un’inchiesta giudiziaria, è stato prosciolto dalle accuse. C’è qualcuno che fa girare questa foto per vendetta?», con quest’interrogativo si conclude l’articolo. Sul presunto collegamento col caso Brizzi, il giornalista però non ha voluto spendere parola: «Non lo so e non mi interessa. Non voglio parlare di questo argomento». 

leggi anche l’articolo —> Miss Francia 2019 troppo grassa, risposta epica agli haters: «Mi piace mangiare!»

 

Diletta Leotta Instagram: lo spacco profondo strega i fan

Jeremias Rodriguez e Soleil Sorge in vacanza a Ibiza, il commento di Belen