in ,

Diritto oblio: 90 mila richieste, Google ne approva solo la metà

A due mesi di distanza dalla sentenza della Corte di Giustizia europea che ha sancito il diritto all’oblio, il motore di ricerca più famoso del mondo ha già ricevuto dagli utenti circa 90mila richieste di rimozione di link, perché ritenuti “inadeguati o non più pertinenti”. Dopo averle vagliate, Google ha deciso di approvarne solo la metà.

Frattanto il gruppo di lavoro dei Garanti Privacy Ue ha avuto un incontro a Bruxelles con i rappresentanti di Google, presente al tavolo anche Microsoft per il motore di ricerca Bing e Yahoo!. I Garanti avrebbero chiesto ai rappresentanti dei chiarimenti sul perché stiano rimuovendo i link solo dalla versione europea del motore di ricerca e sulle notifiche inviate agli utenti ad eliminazione effettuata.

Isis: Moschea di Giona distrutta, il Califfo distrae con l’infibulazione

bonas avanti un altro

Avanti un altro, la Bonas Paola Caruso paralizzata per mesi