in ,

Disastro Germanwings: Andreas Lubitz fece ricerche online su suicidio e porte di cabina

Continuano ad arrivare ulteriori conferme sul piano suicida/omicida di Andreas Lubitz, il copilota della Germanwings responsabile della sciagura aerea verificatasi martedì 24 marzo sulle Alpi francesi.  “Lubitz ha azionato due volte i comandi per evitare un’allerta, ed era quindi cosciente”, lo ha dichiarato oggi il procuratore di Marsiglia, Brice Robin, che si sta occupando delle indagini sul disastro aereo. E anche la Procura di Dusseldorf, che coopera nell’inchiesta, ha fatto sapere che da un tablet sequestrato in una delle due abitazioni di Lubitz è emerso che il copilota nei giorni precedenti all’attentato suicida, tra il 16 e il 23 marzo, fece ricerche online per informarsi “sui metodi di come suicidarsi” e sulle “porte del cockpit e le loro misure di sicurezza”.

La procura di Marsiglia ha inoltre fatto sapere che è stata ritrovata la seconda scatola nera dell’Airbus A320, specificando  che il suo stato “lascia ragionevolmente sperare in una possibilità di utilizzo”. Il dispositivo, dal quale sarà possibile capire cosa sia effettivamente accaduto in quei terribili 8 minuti di discesa verso la morte, è stato inviato subito nei laboratori del BEA, Ufficio inchieste e analisi, di Roissy, nei pressi di Parigi, per essere analizzato.

francesco totti ilary blasi

Francesco Totti selfie e bacio con un’altra? Ilary Blasi non commenta e lo risposa

sopracciglia forme da evitare

Sopracciglia 2015, ecco le forme da evitare in base al viso