in ,

Disastro Germanwings: mai più un pilota solo in cabina

La tragedia dell’Airbus della Germanwings ha spinto i vertici delle compagnie di volo mondiali a cambiare le norme di sicurezza a bordo dell’aereo.  All’interno del “cockpit”, il ponte di comando dei velivoli, dovranno d’ora in poi rimanere almeno due persone, e nel caso di allontanamento temporaneo di uno dei due piloti, sarà necessaria la sostituzione da parte di uno dei membri dell’equipaggio.

Le prime compagnie ad aderire alle nuove regole sono Alitalia, Easyjet, Norvegian e AirCanada. Si ripristina così la norma prevista dopo l’11 settembre per scongiurare il rischio di nuovi attentati terroristici, abbandonata a seguito dell’inserimento di nuove tecnologie in grado di monitorare la cabina di comando per mezzo di telecamere di bordo.

Il cambio di rotta è dovuto all’episodio riguardante lo schianto dell’Airbus A320 sulle Alpi francesi, durante il quale il portello bloccato della cabina di pilotaggio ha negato l’accesso al comandante dell’aereo, permettendo al copilota Andreas Lubitz di portare a termine la tragedia.

Caso Yara ultime news

Caso Yara ultime news, parla il vicino di casa di Massimo Bossetti: “Spiò mia figlia”

camper

Pasqua 2015 in camper: offerte e viaggi low cost sulla casa a ruote