in ,

Dismaland, Banksy: a Londra il parco tematico anti-Disney

La nuova provocazione di Banksy si chiama Dismaland, un parco tematico “anti-Disney”. Installazioni di artisti contemporanei, infatti, ribaltano il mondo Disney e catapultano il visitatore nel mondo del tetro.

Il parco tematico sorge a Weston-super-Mare, una località marittima sita nell’Inghilterra Occidentale in un luogo del tutto lontano da quelli che sono gli stereotipi delle località da favola. Oltre un ettaro della poco ridente spiaggia inglese ospita, infatti, il nuovo progetto di Banksy che, com’è sempre accaduto, è stato oggetto di polemiche e speculazioni nei giorni antecedenti l’apertura. All’interno del parco sono esposte 58 opere dei maggiori artisti contemporanei amici di Banksy tra cui Damien Hirst, Jenny Holzer e Jimmy Cauty. Nel bel mezzo di Dismaland, campeggia un castello da fiaba incompleto e abbandonato: davanti, sopra ad un laghetto paludoso, spicca una statua delle celeberrima Sirenetta di cui, però, a malapena se ne riconoscono i tratti. Tra le attrazioni sono collocate le denunce del nostro tempo: in una grande vasca, davanti alle scogliere di Dover, piccole barche trasportano migranti. Banksy firma, invece, una Cenerentola moderna: giace esanime, ricordando la Principessa Diana, sulla sua carrozza rovesciata e distrutta da un incidente prima che potesse giungere al ballo.

Il prezzo d’ingresso per il parco sarà popolare, ovvero di 3 sterline: il parco rimarrà aperto per sei settimane ma, come ha dichiarato l’artista stesso, “non è adatto ai bambini” ribadendo come nel parco sia stata bandita ogni immagine di Topolino.

Elisa Toffoli matrimonio: addio al nubilato “alla 50 Sfumature di Grigio”

Orrore in Argentina: violentata e torturata durante esorcismo