in

Disturbo Borderline: i 10 sintomi e le probabili cause

Il Disturbo Borderline di personalità è uno dei più frequenti, con un’incidenza del 2% sulla popolazione. A essere maggiormente colpiti sono soprattutto le giovani donne, adolescenti e prime adulte. La cause assoggettabili all’insorgenza del Disturbo Borderline non sono del tutto conosciute. Esistono, però, diversi fattori in grado di fare emergere questo disturbo di personalità: alcuni studi genetici suggeriscono che vi sia una componente ereditaria, mentre i fattori ambientali come abusi, separazioni e abbandoni possono concorrere all’insorgenza del Disturbo Borderline. O, ancora, possono essere una probabile causa anomalie cerebrali dovute alla serotonina o all’equilibrio dell’umore. I sintomi, al contrario, sono conosciuti e facilmente riscontrabili: ecco i 10 più comuni.

Difficoltà nella gestione della rabbia: si traduce nell’incapacità di gestire le proprie emozioni. In alcuni casi, i pazienti affetti da Disturbo Borderline non riescono nemmeno a riconoscere le proprie emozioni.

Relazioni turbolente: a regolare le relazioni interpersonali è il caos e l’oscillazione diseguale dell’umore. L’impulsività emozionale gioca un ruolo chiave e spesso i parenti non sono in grado di gestire la situazione in modo equilibrato.

Promiscuità: il paziente vive una vita amorosa sregolata, spesso cambia partner molto frequentemente e questo si traduce in una forte insoddisfazione emotiva.

Istinti o pensieri suicidi: spesso è uno dei pensieri più comuni e in alcuni casi il paziente passa dall’immaginazione ai fatti, tentando di togliersi la vita poiché considerata intollerabile.

Abuso di droghe: chi è affetto da Disturbo Borderline a volte è molto incline al consumo di droghe o all’abuso di alcool.

Risposte dissociative: in queste situazioni i pazienti è come se staccassero la spina. Una forte emozione, infatti, è vissuta in maniera amplificata a tal punto da risultare per loro ingestibile.

Paura dell’abbandono: coloro i quali sono affetti da Disturbo Borderline di personalità sviluppano nel tempo una considerazione altamente negativa di sé, si sentono indegni, senza valore e quindi cadono preda della paura di essere abbandonati.

Disturbo dell’identità: il paziente si crede diverso, di cambiare se stesso in base alla situazione e alle persone che ha di fronte e questa sensazione è presente anche in coloro i quali vivono a contatto con individui affetti da Disturbo Borderline.

Condotta antisociale: spesso capita che pazienti affetti da Disturbo Borderline siano inclini a non rispettare la legge in diversi modi, anche con atti vandalici.

Incapacità di esprimere emozioni: uno dei tratti caratteristici dei pazienti affetti da Disturbo Borderline è quello di non riuscire a far capire alle altre persone cosa provano.

Photo Credit: Stokkete/Shutterstock.com

[dicitura-articoli-medicina]

mumadvisor

Mumadvisor: da Roma a Milano, consigli da mamme a mamme

siti incontri cinquantenni

Trovare l’amore dopo i 40 anni: i migliori siti di incontri per quarantenni e cinquantenni