in

Diventare trader, tutto quello che devi sapere

Un trader, nel significato più semplice del termine, è un commerciante di qualsiasi tipo, dato che semplicemente la parola inglese “trade” sta per “commercio”. Nel gergo finanziario invece il trader rappresenta l’operatore di borsa, che per conto e su mandato dei suoi clienti, acquista o vende attività finanziarie. Farlo per conto terzi richiede una preparazione specifica e determinate abilitazioni professionali, ma da quando esiste il web, è possibile comprare e vendere per se stessi dei titoli, attraverso i broker online, ossia le piattaforme di trading online.

Ci sono trading per conto terzi che una volta acquisito un proprio capitale di base, incominciano a lavorare solo per se stessi: vendono e comprano con proprio denaro e i guadagni ottenuti sono la loro principale fonte di entrate, con cui vivono tutti i giorni. E’ possibile arrivare a vivere della sola attività di trading per chi incomincia da zero col trading online? E’ possibile, a patto di andare per gradi e imparare passo passo. Man mano che i nostri guadagni cresceranno fino a diventare maggiori di quelli derivanti dalla nostra attuale attività lavorativa, potremo man mano lasciare il nostro lavoro di tutti i giorni e dedicare sempre più ore all’attività finanziaria, fino a quando quest’ultima sarà la nostra unica attività lavorativa.

Chiariamo che, anche quando dovessimo riuscire a vivere della nostra sola attività di trader, non saremmo autorizzati a farlo per conto terzi, ma esistono dei sistemi con cui possiamo far replicare ad altre persone le nostre scelte di investimento, attraverso, ad esempio, le piattaforme di social trading.

Cosa sono le piattaforme di social trading? Le piattaforme di social trading sono uno dei metodi che possono farci imparare a operare come traders e a farci capire come lavorano i migliori traders. Prima di tutto, per incominciare, serve iscriversi ad un broker online, ossia una piattaforma di trading online. Le migliori piattaforme di trading online hanno vari sistemi per farci imparare a speculare sui mercati.

Il primo sistema è mettere a disposizione degli utenti dei corsi, dei video e dei webinar per imparare le basi dell’attività di trading e per quindi aiutarci a capire come funzionano i mercati finanziari e come operare su questi. Chiariamo, una volta di più, che non ha alcun senso operare sui mercati finanziari senza avere le idee chiare su come funzionano e su come, di conseguenza, ha senso comportarsi.

Il secondo sistema per imparare, messo a disposizione da alcuni broker online, è quello della “modalità demo”: nella modalità demo possiamo simulare delle operazioni di borsa senza utilizzare denaro vero: potremo “far finta” di comprare azioni, o titoli derivati, o valute, e poi vedere se questa operazione ci avrebbe fatto guadagnare o perdere denaro, senza materialmente aver guadagnato o perso alcunché.

Il terzo sistema per imparare è appunto il social trading: ci sono piattaforme di trading che ci permettono di vedere in tempo reale come stanno operando gli altri trader, di modo che possiamo copiare le strategie di investimento dei migliori. Le piattaforme di social trading premiano poi con dei bonus i trader che accettano di farsi copiare da altri utenti, in base a quanti utenti vengono a copiarli. Come si può vedere, attraverso il social trading, non solo potremo imparare in fretta a capire come funziona l’attività di trading, ma anche capire, sempre se ci riusciamo, le strategia dei migliori.

Su DiventareTrader.com possiamo trovare in dettaglio tutti i suggerimenti su quali piattaforme di trading offrono queste specifiche funzioni, ed altre ancora. C’è inoltre la spiegazione di come funzionano i vari tipi di speculazione, da quella sulle azioni, a quella sui derivati, o sulle materie prime o ancora sulle valute, o forex. Diventare trader e vivere di questa attività è possibile, basta aver voglia di imparare e continuare ad averla sempre: un trader non smette mai di imparare, nemmeno ad 80 anni.

Come investire in borsa

Pakistan autobomba a Lahore, è strage: 26 morti e 49 feriti