in

Diverdeinverde: a Bologna giardini aperti al pubblico dal 23 al 25 maggio 2014

Quante volte, passeggiando per Bologna, siete stati assaliti dal desiderio di curiosare in una delle corti interne che potevate intravedere sbirciando dai portici? Chi pensa che nella città delle Due Torri ci sia poco verde, cominci a ricredersi. Di verde ce n’è, ma va scoperto.

canali Bologna

L’occasione migliore per provarci è partecipare alla prima edizione della rassegna  “Diverdeinverde – Giardini aperti della città e della collina”, che nel weekend dal 23 al 25 maggio permetterà alla cittadinanza e ai turisti di visitare oltre una trentina di giardini normalmente nascosti al pubblico scoprendo un patrimonio naturalistico inestimabile.

Grazie al progetto messo in piedi da Fondazione Villa Ghigi in collaborazione con i proprietari dei giardini e numerosi enti del territorio, appassionati di natura e piante avranno l’opportunità di godere di un’infinità di scorci inediti che solo gli spazi verdi – perlopiù privati – di Bologna sanno regalare. Fiore all’occhiello della rassegna, i giardini collinari da raggiungere esclusivamente in navetta (ovviamente nulla vieta ai più atletici di arrivarci in bicicletta o a piedi). A fare da cornice alla rassegna, laboratori officinali, spettacoli itineranti e momenti di riflessione.

Un’occasione da cogliere al volo anche per il portafoglio. Acquistando la tessera di ingresso al costo di 10 euro, infatti, è possibile accedere a tutti giardini. Per evitare code è possibile premunirsi del biglietto rivolgendosi a Bologna Welcome, in piazza Maggiore 1/E, oppure acquistarla nel corso della manifestazione all’ingresso dei giardini di Casa Varrini (via Santo Stefano 57), di Villa Lipparini (via Begatto 9)  o di Casa Masetti (via Cà Selvatica 4). I bambini sotto i 12 anni, inoltre, possono accedere gratuitamente.

È importante ricordare che non tutti i giardini sono aperti durante l’intero weekend e che la maggior parte non è accessibile in carrozzina. Alcuni possono essere visitati solo in orari stabiliti e con la presenza della guida.

Altre precauzioni? Nessuna, a parte quella di avvicinarsi con rispetto e curiosità a questi tesori normalmente non accessibili al grande pubblico.

Per scaricare il programma completo degli eventi, visita il sito ufficiale.

(fonte: Bologna Welcome; autore dell’immagine principale: Paolo Margari, da Flickr.com) 

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

amichevole inter

Inter, Mazzarri: domani la conferenza stampa della ‘verità’

Grande Fratello

Grande Fratello 13: i finalisti dell’edizione 2014