in , , , ,

DIVORCE SELFIE: divorziare non è mai stato così divertente!

E’ finita l’epoca in cui – ottenuto il divorzio – ci si chiudeva in casa con tripla mandata di chiave odiando tutto e tutti. Stop all’inappetenza, ai 286182340 shottini di rhum e ai fiumi di lacrime: adesso si festeggia!

Ebbene sì amici miei. La nuovissima tendenza che sta prendendo piede anche in territorio europeo ha un nome ben preciso: divorce selfie. No no no, non si tratta di un selfie qualunque, sia ben chiaro. Per potervi immortalare in un divorce selfie come si deve, dovete rispondere ai seguenti requisiti:

  • aver messo un punto alla vostra storia d’amore
  • non portare alcun rancore nei confronti della (ex) dolce metà che ha intrapreso con voi il (si supponeva) lungo percorso chiamato matrimonio
  • aver finalmente raggiunto un’indescrivibile sensazione di liberazione stringendo tra le mani quel pezzo di carta che con due firmette del caso ha dato un calcio alla vostra vita di coppia, al “finché morte non ci separi” e trasformato la vostra fede nuziale in un perfetto apribottiglie portatile!

E’ la fine di un’era”, instagramma Joolsymax, “siamo ufficialmente divorziati oggi. Brock, non avrei potuto sperare in un compagno migliore. Sono onorata di aver potuto passare 5 anni con te. Ne abbiam fatte parecchie insieme e siamo una squadra pazzesca. Sono così felice della nostra amicizia e so per certo che entrambi saremo presenti, l’uno nella vita dell’altra. Ti voglio bene!”. In coda al messaggio, una sfilza di hashtag da film tragi-comico: #bestdivorcever #divorceselfie #5years #endofanera

Ma Joolsymax e Broch non sono di certo gli unici ad aver dato libero sfogo a questo incontenibile entusiasmo post-divorzio. C’è chi sfoggia mani incrociate prive di vera, chi immortala una risata davanti all’avvocato divorzista e chi stappa la bottiglia di champagne: basta digitare #divorceselfie per rendervi l’idea. Non limitatevi a soffermarvi sulle immagini ma andate piuttosto a leggervi con attenzione i commenti che le accompagnano. Da “Divorce selfie. Perché puoi ottenere il divorzio con un sorriso”, passando a “le Hardcains sono pur giunte al capolinea ma la nostra amicizia resta” fino a “di fronte al palazzo di giustizia di Boulder. Cin-cin al resto delle nostre vite, separate!”.

Un sorriso, un hashtag comune, una condivisione sui social et… Voilà: il gioco è fatto!

Diciamo che, ora come ora, potremmo aspettarci di tutto. Ora del mio matrimonio probabilmente verrà persino cambiata la formula in chiesa: “io prendo te, pazzo che non sai a cosa vai incontro, come mio sposo e prometto di esserti fedele sempre, nella buona e nella cattiva sorte, e di amarti e rispettarti finché selfie non ci separi”.

Le fedi virtuali verranno scambiate con un colpo di bump dei nostri i-phone e finalmente il prete potrà concludere la cerimonia:

“Ora può taggare la sposa”.

 

salvini attacca renzi pensioni

Immigrazione, Matteo Salvini duro affondo su Renzi: “È un verme”

Barreto al Venezia

Calciomercato Torino Ultimissime: Barreto raggiunge la serie D