in

Dolce e Gabbana a sorpresa dicono no alle adozioni gay, ed è polemica sul web

Dolce e Gabbana, stilisti di fama internazionale e coppia gay, al settimanale Panorama hanno rilasciato delle dichiarazioni a difesa della famiglia tradizionale che stanno facendo discutere. I due designer, adesso, continuano a gestire la loro casa di moda insieme, hanno vite private separate, ma entrambi hanno dichiarato che una famiglia per essere tale deve essere composta da due genitori eterosessuali.

Dolce e Gabbana hanno detto di essere contrari alle adozioni da parte di coppie gay, spiegando che un bambino si sentirebbe troppo confuso in una famiglia con entrambi i genitori dello stesso sesso.

A queste dichiarazioni gli utenti dei social network si sono ribellati e hanno ricordato un’intervista di dieci anni fa, rilasciata a Vanity Fair, in cui i due stilisti avevano dichiarato esattamente il contrario rispetto alle odierne esternazioni. Domenico Dolce a Vanity Fair aveva confidato di volere: “Non un figlio solo, ma pure cinque, dieci, anche una squadra di calcio. Mi piace il casino a tavola, il rumore dei piatti, dei bicchieri, proprio la famiglia”. Mentre il suo compagno di allora, Gabbana, si era detto contrario a far crescere un bambino con una coppia di omosessuali. Dopo il confronto delle due interviste sul web i due stilisti sono stati appellati con il nome di Volta&Gabbana.

Seguici sul nostro canale Telegram

Europa League

Napoli – Dinamo Mosca risultato finale: 3 a 1 highlights, sintesi e video gol Europa League

daniele luttazzi servizio pubblico

Servizio Pubblico, Santoro lancia un appello: “Fate tornare Luttazzi”