in

Dolci tipici pasquali: tour enogastronomico dell’Italia “pasquale”

I dolci tipici pasquali sono molti, soprattutto nella nostra bella Italia che da sempre unisce paesaggi impareggiabili ad una tradizione enogastronomica unica. UrbanPost Viaggi li ripercorre per voi.

Il dolce pasquale per eccellenza è la colomba, di cui pochi sanno esistano due versioni. La prima è quella classica, lombarda di nascita e nazionale di commercializzazione. Ce ne sono di più buone (quelle artigianali) e di meno buone (quelle vendute a poco prezzo al supermercato), ma è sicuramente il dolce pasquale più diffuso d’Italia. Tuttavia in Sicilia – in provincia di Ragusa per essere esatti – si produce l’austera colomba fatta di zucchero, farina doppio zero e cannella. Parca di ingredienti, ma sicula barocca nelle forme questa colomba è il contraltare tradizionale della più nota colomba prodotta per la prima volta dalla Motta nel 1900.

Ben più difficile è riconoscere le origini dell’uovo di cioccolato, vista l’antica tradizione che lega questa forma e questa simbologia al periodo pasquale. Sicuramente la deriva commerciale di questi dolci così caratteristici è propria del ‘900.

Fortunati allora sono i bambini umbri, marchigiani e delle altre regioni del centro Italia, che la mattina di Pasqua possono fare colazione con la celebre pizza. Panettone nella forma, variegato – a seconda della presenza o meno dei canditi – nel gusto, questo dolce si lascia coronare da una iperglicemica glassa di meringa con perline di zuccherini.

E scendendo ancora un po’ più a sud troviamo lei, la tronfia pastiera napoletana. Pasta frolla, ricotta di pecora, grano cotto, zucchero, frutta candita, uova e latte sono gli ingredienti che, narra una napoletanissima negli eccessi leggenda, sarebbero stati combinati dagli dei stessi per dare forma ad uno dei dolci più golosi della nostra tradizione.

Premio Startup BrainControl

Start Up Italia: BrainControl, premio di migliore start up al mondo

offerte-low-cost

Pasqua 2015 low cost: offerte last minute e altre occasioni per spendere poco