in ,

Domenica Live anticipazioni 28 Febbraio 2016: Lucia Bramieri, Alessandra Mussolini, Veronica Maya e Carla Fracci

Manca pochissimo alla diretta di Domenica Live e nella pausa del Tg5 Barbara d’Urso ha annunciato alcune anticipazioni riguardanti le prossime 5 ore di diretta che dovrà sostenere per condurre il contenitore domenicale dell’ammiraglia Mediaset e scontrarsi così con L’Arena di Massimo Giletti e la Domenica In di Paola Perego, Salvo Sottile e Maurizio Costanzo. Quali saranno gli ospiti di Domenica Live di oggi, domenica 28 Febbraio 2016? Da Lucia Bramieri alla sosia di Ivana Spagna, da Alessandra Mussolini con sua madre a Cipollini e Veronica Maya con i rispettivi figli, per finire con Carla Fracci. Quali saranno i temi?

Secondi le anticipazioni annunciate dalla stessa Barabra d’Urso, protagonista ieri sera del siparietto comico con Virginia Raffaele nei panni di Roberta Bruzzone a C’è Posta per te, il programma di Maria De Filippi, a Domenica Live andrà in scena la rabbia di due donne. Da un lato  vi sarà la rabbia di Lucia Bramieri accusata di furto, dall’altro la rabbia della sosia di Ivana Spagna querelata dalla stessa cantante.

Successivamente ci sarà il solito momento di dolcezza e tenerezza, un momento legato alla famiglia grazie all’ingresso nello studio di Mediaset di Mario Cipollini e Veronica Maya con la rispettiva prole. Veronica Maya è ormai un’ospite fissa del programma e Barbara d’Urso non vede l’ora di poter assistere alle nozze della conduttrice con il compagno che le fece una dichiarazione d’amore con proposta proprio in diretta a Domenica Live.

Dopo aver visto la finta Carla Fracci a Sanremo 2016, grazie all’imitazione di Virginia Raffaele, oggi a Domenica Live ci sarà la vera Carla Fracci pronta a sottoporsi a una d’Urso intervista.  Cosa potrà succedere in studio?

Uomini e Donne gossip, Amedeo e la ex Serena si sono lasciati di nuovo

RENZI-JUNCKER trattativa sull'Alto Rappresentante alla commissione europea

Tagli alle tasse: il Tesoro studia il piano da portare in Europa, forse già dal 2016