in ,

Donald Trump attacco in Siria: 60 missili contro base Shayrat, morti almeno 4 soldati siriani

Stati Uniti: Donald Trump attacca la Siria. “Nessun bambino dovrebbe soffrire” come hanno sofferto quelli siriani, ha dichiarato il presidente americano, che ha lanciato 60 missili contro la base militare aerea siriana di Shayrat, a sud est di Homs, in risposta alla strage chimica di Idlib messa in atto dal governo di Damasco.

“Il bombardamento americano in Siria è nel vitale interesse della sicurezza” degli Stati Uniti, ha motivato, in quanto la Siria ha ignorato gli avvertimenti del Consiglio di sicurezza dell’Onu. Donald Trump ha chiesto al mondo di unirsi agli Usa “per mettere fine al flagello del terrorismo”. Si apprende che almeno quattro soldati siriani sarebbero rimasti uccisi nell’attacco americano; a riferirlo è l’Osservatorio siriano per i diritti umani in Siria, aggiungendo che “nei raid sono stati danneggiati una decina di hangar, un deposito di carburante e una base di difesa aerea”. La base militare siriana sarebbe stata comunque evacuata prima dell’attacco missilistico.

Siria Strage di Bambini, l’autopsia conferma l’uso di armi chimiche ma Assad non ci sta

Il Pentagono ha definito il lancio di missili americano in Siria una “risposta proporzionata” all’attacco con gas tossici, che “ha ridotto la capacità del governo siriano di utilizzare armi chimiche” e danneggiato o distrutto velivoli siriani e strutture di supporto e attrezzature presso la base aerea di Shayra. Mosca invece ha parlato di “attacco irresponsabile e sconsiderato”: il Comitato di Difesa della Duma di Stato russa ha infatti paventato il rischio che l’attacco missilistico americano contro la Siria potrebbe possa peggiorare i rapporti tra Mosca e Washington e portare a un ampliamento dei conflitti armati in Medio Oriente.

Oroscopo Paolo Fox 2016 Pesci

Oroscopo Paolo Fox oggi 7 aprile a I Fatti vostri: come rivederlo in streaming

uomini e donne news

Uomini e Donne oggi 7 aprile 2017 va in onda? Ecco le ultime anticipazioni