in ,

Donald Trump: la dichiarazione dei redditi del tycoon è pubblica, sconto su imposte per 18 anni

Il New York Times è riuscito laddove neanche le consuetudini dei candidati alla Presidenza degli Stati Uniti hanno potuto, ovvero ottenere la dichiarazione dei redditi di Donald Trump. I documenti sono stati sottoposti al vaglio di numerosi analisti ed esperti di tassazione Usa. Stando ai numeri, l’attuale candidato repubblicano per la presidenza degli Stati Uniti ha usufruito di una detrazione fortissima. Lo sconto sulle imposte sarebbe però totalmente legale. Stando alle prime indiscrezioni, al Tycoon sarebbe stato permesso di non pagare le imposte federali sul reddito per 18 anni.

Nella dichiarazione dei redditi per l’anno 1995, Donald Trump ha denunciato una perdita totale di 916 milioni di dollari e di conseguenza una deduzione fiscale pari a quella somma. Secondo una prima analisi, una tale perdita comporterebbe, in linea con le leggi americane, una cancellazione per oltre 50 milioni di dollari all’anno di reddito, in un arco temporale di 20 anni.

Un’indennità fiscale straordinaria che Trump ha tratto dallo sfascio finanziario che si lasciò alle spalle all’inizio degli anni attraverso la cattiva gestione di tre casinò ad Atlantic City, la sventurata incursione nel settore delle compagnie aeree e l’intempestivo acquisto del Plaza Hotel a Manhattan“, così il giornale di New York. Nessuna risposta dallo staff di Trump. Il Tycoon ha deciso di non commentare i numeri, ma ha comunque rilasciato una nota stampa che non controbatte né conferma la somma indicata di 916 milioni di dollari.

Sagre e festival in Sicilia da non perdere ottobre 2016

Sagre in Sicilia ottobre 2016: le feste paesane più belle, dall’Ibla Buskers Festival alla Sagra del Ficodindia

Dove vedere Roma Inter

Dove vedere Roma – Inter: ora diretta tv, streaming gratis Serie A