in ,

Donald Trump, il mondo del cinema contro di lui: da De Niro a Schwarzenegger

Si sta davvero mettendo male la campagna elettorale di Donald Trump, candidato Repubblicano per le Presidenziali americane, in programma giorno 8 novembre. In vista del secondo dibattito con Hillary Clinton, il ricco imprenditore americano sta scivolando su qualche buccia di banana di troppo: l’ultima, in serie, riguarda le frasi sessiste rivolte verso il gentil sesso. Intanto, come se non bastasse, Donald Trump deve fare i conti anche con chi ha deciso di non votarlo: si tratta di personalità importanti, influencer che potrebbero portargli via più di qualche voto decisivo. Un nome su tutti? Robert De Niro, senza dimenticare Arnold Schwarzenegger.

>>> DONALD TRUMP, TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE<<<

De Niro, ad esempio, nella giornata di ieri ha pubblicato un video in cui apostrofa, con i peggiori epiteti possibili, Donald Trump: “È così ciecamente stupido, è un cane, un maiale, uno scemo che non sa di cosa parla. Non fa il suo lavoro, non gliene frega niente, non paga le tasse, prende per il culo la società, è un idiota, è un disastro nazionale.” E rivolgendosi agli americani, Robert De Niro domanda:È costui che vogliamo come presidente? Non credo proprio. Ciò che mi interessa è come viene guidato questo paese e con qualcuno alla guida come Donald Trump si va nella direzione sbagliata. Se siete preoccupati per il futuro, votate per Clinton.”

>>> LE ULTIME NOTIZIE SULLE PRESIDENZIALI USA 2016 <<<

Fa scalpore anche la decisione di Arnold Schwarzenegger, da sempre repubblicano, ma contrario alla candidatura di Donald Trump:Così come sono fiero di etichettarmi repubblicano, c’è un’etichetta a cui tengo sopra ogni altra cosa, americano. Quindi voglio prendere un momento oggi per ricordare ai miei colleghi repubblicani che non solo è accettabile preferire il tuo Paese al tuo partito, è un dovere.” Su Twitter, inoltre, il celebre attore ha spiegato come ancora non sappia se andrà a votare per la Clinton: “Come molti americani, sono confuso da questa elezione, non so ancora come esattamente voterò il mese prossimo.”

mostre milano ottobre 2016 palazzo reale rubens e il barocco

Mostre Milano Ottobre 2016, Palazzo Reale: Rubens e la nascita del Barocco

molotov Parigi poliziotti

Parigi, molotov contro 2 poliziotti nelle banlieu: entrambi in gravissime condizioni