in ,

Donna morta a Città di Castello, indagato il figlio: è accusato di omicidio aggravato

Purtroppo quella che fino a poco fa sembrava essere solo un’ipotesi investigativa si è tramutata in realtàAnna Maria Cenciarini, la donna di 55 anni morta ieri mattina nella sua abitazione di Città di Castello, in provincia di Perugia, non si sarebbe suicidata, come aveva raccontato il figlio 21enne.

Il ragazzo, che ieri mattina aveva dato l’allarme per poi spiegare ai carabinieri che lo hanno interrogato di avere visto la madre accoltellarsi, e di avere cercato di fermarla, è stato iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio volontario aggravato. Lo si è appreso poco fa dai suoi legali, all’uscita dalla procura di Perugia.

Le indagini sul caso sarebbero dunque giunte ad una svolta: già dalle prime ore seguite al ritrovamento del cadavere, martoriato da coltellate inferte al collo e al torace, gli inquirenti ipotizzavano si fosse trattato di un omicidio maturato in ambito familiare, e poco fa se ne è avuta conferma.

Grey's Anatomy 12

Grey’s Anatomy 12 anticipazioni 12×09: incidente per Meredith?

film gennaio 2016 macbeth

Film Gennaio 2016, Macbeth [trailer]: la tragedia di Shakespeare approda al cinema