in ,

Donna sgozzata a Catania: l’ex fidanzato della figlia confessa l’omicidio

Marina Zuccarello, 55enne residente in provincia di Catania, è stata trovata dal marito riversa in casa e in un lago di sangue: la donna, nella giornata di ieri, è stata barbaramente uccisa nella sua casa di villeggiatura mentre il marito era uscito per una breve commissione.

La provincia di Catania è ancora in stato di choc dopo che, nella mattinata di ieri, Marina Zuccarello è stata trovata sgozzata nella sua abitazione di villeggiatura a Madonna degli Ammalati, frazione di Misterbianco: a fare il macabro ritrovamento è stato Salvatore Palazzolo – il marito 65enne della donna – che, tornato dal comprare giornali e sigarette, ha trovato il corpo della moglie riverso sul pavimento in prossimità della cucina, in un lago di sangue e con una ferita di arma da taglio vicino alla gola. Immediato l’intervento delle Forze dell’Ordine che hanno lavorato per ricostruire l’accaduto: ciò che si è appreso è che la famiglia era molto conosciuta in paese ma anche molto tranquilla, motivo per cui le indagini si sono spostate verso quel giovane invaghito della figlia minore della coppia ma osteggiato dalla Zuccarello.

Agostino Siciliano aveva conosciuto la figlia 26enne dei Palazzolo su internet e, dopo una breve relazione, i due si erano lasciati: il ragazzo, però, aveva ripetutamente tentato di riallacciare un rapporto con la ragazza ma era stato osteggiato dalla Zuccarello che non approvava quel rapporto. Il giovane, dopo essersi costituito in un comando dei Carabinieri della Calabria, ha confessato l’omicidio dicendo: “L’ho uccisa per difendermi” e ha aggiunto “Ho fatto una sciocchezza, una grossa sciocchezza”. L’uomo è ora in stato di fermo con l’accusa di omicidio volontario.

Niccolò Fabi diventi inventi

Niccolò Fabi: piccole grandi cose nel suo concerto a Villa Tittoni (foto)

Classifica Fimi album aggiornata oggi: la top10 dell’ultima settimana di luglio, vince Alvaro Soler