in ,

Donna spinta nel burrone, 19enne reo confesso: “Una musica in testa mi ha detto di farlo”

Donna spinta dal burrone, il 19enne arrestato per il presunto omicidio ha confessato e ammesso le sue responsabilità ai Carabiniri. “Mi devo togliere un gran peso “ – ha detto il giovane Samuele Viale“Sentivo come una musica in testa che mi diceva di farlo”.

Donna morta in un burrone nel Cuneese: no incidente, sconcertante svolta nelle indagini

Ancora sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, il 30 maggio scorso ha scelto a caso la sua vittima, incontrata sul ciglio della strada, mentre era chinata intenta a raccogliere dei fiori. L’ha colpita alle spalle, dandole un calcio alla schiena che le ha fatto fare un volo di oltre 50 metri. E’ morta così a Limone Piemonte, nel Cuneese, Giuseppina Casasole, 60enne originaria di Viterbo. La donna lascia una figlia giovane.

Il killer reo confesso ha fornito ulteriori dettagli: “Avevo preso l’Lsd qualche giorno prima e da allora le allucinazioni non avevano smesso di perseguitarmi”, a completare il quadro aberrante l’assunzione di alcolici, che avrebbero acuito le sue allucinazioni. I parenti ammettono che Samuele non è mai stato un ragazzo ‘facile’, ma che a loro non risulta che sia un “tossico”. Tuttavia sembra che più di una volta sia stato sorpreso con piccole quantità di droga, e che per questo venisse tenuto d’occhio dai carabinieri. (Foto libera da Facebook)

marrone e

Emma Marrone gossip: dopo Stefano De Martino e Amici16 ecco le prove di un nuovo album in arrivo

pensioni 2017 contributi volontari

Pensioni 2017 news: contributi volontari chi e quando versarli