in ,

Donna uccisa a Marghera: sospetti sul figlio 55enne, ecco come sarebbero andati i fatti

Donna uccisa in casa nella tarda mattinata di oggi, mercoledì 5 luglio, a Marghera (Venezia). La vittima aveva 76 anni ed è stata trovata senza vita in un appartamento al primo piano di una palazzina di via Calvi.

L’ipotesi caldeggiata dagli inquirenti è che il responsabile del delitto sia il figlio, M.C. di 55 anni. Si è appreso da una prima ricostruzione fatta dai carabinieri intervenuti sul posto, che l’uomo dopo l’omicidio avrebbe tentato di togliersi la vita. Ad accorrere sul posto i poliziotti delle Volanti della Questura lagunare coadiuvati dagli investigatori della Squadra Mobile. Al lavoro anche gli uomini della Scientifica impegnati in rilievi sulla scena del crimine.

Sarebbe stata una vicina a raccontare che madre e figlio vivevano da soli nell’appartamento, riferendo tuttavia di non averli mai sentiti litigare. L’anziana vittima era malata da tempo, secondo quanto riferito dai vicini ai carabinieri.

>>> LEGGI ANCHE: Caso Yara news, avvocato di Massimo Bossetti: “Sentenza da riscrivere”, la foto che potrebbe cambiare il processo d’appello <<<

Secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori, la donna avrebbe visto il figlio tentare il suicidio tagliandosi i polsi e la gola; a quel punto avrebbe iniziato a gridare, terrorizzata, e lui l’avrebbe uccisa con un’arma da taglio. Il figlio sospettato, soccorso dai sanitari del 118, è stato poi trasferito all’ospedale dell’Angelo dove rimane in osservazione.

caso yra processo udienza 21 ottobre

Caso Yara news, avvocato di Massimo Bossetti: “Sentenza da riscrivere”, la foto che potrebbe cambiare il processo d’appello

Replica Cherry Season puntata 5 luglio 2017: come vedere il video integrale