in

Donne e lavoro: più istruite, mal pagate o disoccupate pronte a lasciare l’Italia

Da un’indagine condotta dall’Eurispes su un target di 521 donne in Italia, sono 3,5 milioni le laureate contro i 2,9 milioni di uomini, il tasso di occupazione per questi ultimi è del 69,8% contro il 49,9% delle donne. Mentre la differenza retribuiva in Europa sfiora il 16,4% in Italia è nettamente inferiore assestandosi intorno al 7,3% un dato positivo, ma solo apparentemente. L’Eurispes al riguardo fa notare che nel quinquennio tra il 2008 e il 2013, il trend del gap retribuivo di genere è in aumento del 2,4%.

In Italia oltre la metà delle donne ha difficoltà ad arrivare alla fine del mese, tanto che una su cinque dichiara di essere costretta a svolgere più di un lavoro. Nell’anno 2014 più di sette donne su dieci ha subito un peggioramento parziale e in alcuni casi grave della situazione economica, infatti solo il 12,9% delle donne italiane ha la possibilità di risparmiare.

I problemi economici gravano pesantemente sulla possibilità di fare progetti per la propria vita futura. Per il 56% è non è assolutamente possibile fare alcuna programmazione. Quasi la metà delle donne intervistate valuta un trasferimento all’estero, mentre il 67% ha spiegato di essere pronta a cambiare vita pur di vivere più dignitosamente.

8 marzo

Siti e app Android e iOS 8 marzo: Auguri Festa della donna su iPhone, WhatsApp, Facebook e Twitter con una mimosa ‘virtuale’

Parabere Forum a Bilbao innovazione nella gastronomia da parte delle donne

Come si rivoluziona il mondo del cibo e della cucina visto dalle donne