in

Donne manager: l’azienda ne giova? Ecco cosa succede quando i vertici sono ‘rosa’

Secondo una ricerca condotta su 22 mila aziende dal Pearson Institute for International Economics di Washington, negli Stati Uniti, nelle imprese dove le donne manager sono almeno una su tre, l’utile sale del 6%. Nello specifico, l’indagine ha preso in causa 21980 aziende in 91 diversi stati.

L’Italia, in questo caso, raggiunge un risultato non indifferente: infatti risulta terza dopo Norvegia e Lettonia. I dati sono aggiornati al 2014, questo significa che, con ogni probabilità, il dato nell’ultimo hanno potrebbe essere salito. Per ora si è passati da un 24% a un 27,6% di donne manager e questo grazie alla legge sulle quote rosa in vigore dal 2012. L’Italia cresce dunque, al contrario di paesi come Olanda e Germania che rimangono bloccate al 6% di presenze.

In merito ai motivi per i quali le donne manager aumentano del 6% gli utili delle imprese, l’economista Daniela Del Boca ha dichiarato: “Le donne manager sono consapevoli di essere guardate a vista e quindi danno sempre il massimo. Lavorano di più. Mediamente sono molto preparate perché devono dimostrare di meritare un posto che è stato affidato loro grazie a una legge. Inoltre il loro arrivo scardina dinamiche di potere tanto consolidate quanto controproducenti. Penso per esempio alla corruzione“. La legge sulle quote rosa terminerà nel 2022, questo, però, secondo gli esperti, non causerà una contrazione; in altre parole, il via è stato preso e i dati sono destinati a crescere.

Photo Credit: Pressmaster/Shutterstock.com

Disturbi dell'alimentazione risonanza cervello

Disturbi dell’alimentazione: verranno identificati con una risonanza al cervello

Valerio sSanu Beppe Vessicchio

Sanremo 2016: Valerio Scanu con “Finalmente piove” porterà al Festival Beppe Vessicchio