in ,

Dormire con il reggiseno fa male alla salute? Le sorprendenti opinioni degli esperti

Dormire col reggiseno fa bene o fa male? È una domanda che vi sarete poste diverse volte e a cui diciamo in tutta onestà non è stata data ancora una risposta definitiva. Su quest’abitudine tutta femminile esistono pareri diversi, opinioni contrastanti: da un lato chi consiglia di portare il reggiseno anche nelle ore notturne, dall’altro chi suggerisce di indossarlo per non più di sette ore per permettere una corretta circolazione linfatica ed evitare problemi. Vediamo insieme in maniera più approfondita cosa hanno dimostrato i recenti studi in merito e come è opportuno comportarsi.

Dormire con il reggiseno fa bene o fa male alla salute delle donne?

Allora diciamo innanzitutto che l’80% delle donne ha l’abitudine di indossare quotidianamente il reggiseno. Alcune lo tengono anche di notte, altre lo trovano fastidioso persino di giorno, per questa ragione almeno sotto il pigiama rinunciano ad indossarlo. Secondo un recente studio condotto in Francia dal professor Jean-Denis Rouillon il reggiseno non è un accessorio particolarmente utile. Secondo le sue ricerche la perdita di tonicità non ha nulla a che fare con il reggiseno, anzi l’esatto opposto, quest’ultimo porterebbe il cedimento delle tette e la comparsa delle temute smagliature. Ci sono naturalmente pareri diversi in merito: la dottoressa e ricercatrice di chirurgia Ambra Guth ne promuove l’utilizzo soprattutto quando si ha a che fare con taglie piuttosto importanti. Quando si ha un seno molto grande in effetti il reggiseno fa sentire molto più comode, ha un potere contenitivo. La dottoressa Ambra Guth concorda comunque con il collega Jean-Denis Rouillon su un punto: «Non vi è alcuna prova che dormire con il reggiseno sia dannoso o utile. La fantomatica questione del cedimento del seno dipende da altri fattori più importanti come l’età e la gravidanza, per esempio». A differenze del ricercatore francese la donna però non ritiene che il reggiseno sia dannoso e abbia «effetti collaterali».

Reggiseno sì? Reggiseno no? I consigli degli esperti

L’importante è scegliere la taglia adatta e secondo le statistiche non sono poche le donne a sbagliare. Spesso e volentieri, infatti, si opta per reggiseni con coppe troppo piccole e ferretti pericolosi: comprimere il seno determina porta gravi problemi alla circolazione del sangue. Per questo l’ingrediente fondamentale rimane sempre lo stesso: il reggiseno non deve stringere, deve essere adatto al corpo della donna che lo indossa. Per questo alcuni ricercatori almeno nelle ore notturne suggeriscono di togliere il reggiseno e di lasciare il corpo più libero: il reggiseno comprimerebbe, infatti, diverse ghiandole e canali linfatici, impedendoci così di eliminare le tossine in modo naturale attraverso il drenaggio linfatico. Insomma il rischio è che a lungo termine possano comparire la comparsa di cisti, noduli fibrosi o tumori al seno. Per evitare situazioni spiacevoli un accorgimento potrebbe essere quello di spostare il gancetto dalla misura standard a una posizione indietro. Questo proprio per evitare di bloccare la circolazione notturna.

leggi anche l’articolo —> Ecco perché non dovresti mettere la carta igienica attorno al water dei bagni pubblici

 

Aereo Ethiopian Airlines precipita con 157 persone a bordo: tra le vittime 8 italiani

“Uomini e donne”, Teresa Langella e Andrea Dal Corso stanno insieme? Clamoroso colpo di scena