in

Dove.it offerte di lavoro nel campo immobiliare: posizioni aperte, requisiti e come candidarsi

Dove.it, prima agenzia immobiliare completamente online, è alla ricerca di personale in Veneto. Grazie alla tecnologia è nata, infatti, una nuova professione: il consulente immobiliare 4.0, il quale sarà supportato da strumenti all’avanguardia e dall’intelligenza artificiale. Circa 50 le posizioni al momento aperte nel Nord-Est italiano.

Posizioni aperte e requisiti richiesti

Dove.it, la prima agenzia immobiliare italiana esclusivamente online che sta rivoluzionando il mercato del proptech con la formula zero commissioni per il venditore, sta dando vita ad una squadra di “agenti immobiliari 4.0”. Un team in costante crescita, un’idea nata da giovani imprenditori italiani, che in soli quattro mesi ha già avuto successo a Milano, Monza, Varese, Bergamo, Genova e Torino. Dove.it si prepara ora a conquistare il settore immobiliare anche in altre città del Belpaese. In Veneto la ricerca è rivolta soprattutto nelle città e province di Padova, Venezia e Verona. Chi può proporsi? Quali sono i requisiti? Il candidato ideale, come ha spiegato Paolo Facchetti, co-founder e amministratore delegato di Dove.it. è «giovane, entusiasta, competente, professionale e trasparente. Con un’esperienza minima di almeno 6 mesi in un’agenzia immobiliare, possibilmente laureato ma soprattutto con una grande voglia di mettersi in gioco in una nuova realtà in continua crescita!». Tra i compiti principali del consulente immobiliare 4.0 quello di dedicarsi alla relazione con i clienti, in modo da renderli soddisfatti.

Dove.it, la prima agenzia immobiliare completamente online

«Con Dove.it vogliamo digitalizzare il vecchio modello di agenzia immobiliare classica di strada: i nostri professionisti utilizzano la tecnologia per migliorare ogni giorno da una parte l’esperienza del cliente, dall’altra il proprio lavoro, velocizzando tutti i processi. I nostri consulenti utilizzano strumenti unici per gestire il loro tempo e le loro vendite grazie al team di programmatori interno che si occupa dello sviluppo del sito, dei software e dei prodotti tecnologici!», ha chiarito sempre l’amministratore delegato Paolo Facchetti. La veloce crescita di Dove.it certifica la bontà del nuovo rivoluzionario modello di business che la piattaforma sta lanciando sul mercato e che unisce le competenze degli agenti immobiliari alle possibilità offerte dalla tecnologia più avanzata. Grazie, difatti, a quest’ultima, Dove.it mette in comunicazione agenti immobiliari, acquirenti e venditori rimuovendo i costi tradizionali di vetrine e macchine di rappresentanza, riuscendo a rendere il servizio completamente gratuito (zero commissioni) per il venditore e molto economico per il compratore (2,49%). Inoltre, tutti gli immobili sono certificati da un notaio prima della vendita. Sulla piattaforma online è possibile fare una vera e propria visita virtuale di ogni immobile, grazie a fotografie professionali e planimetrie precise della casa realizzate dal team di Dove.it.

Come candidarsi

Chi volesse avere maggiori informazioni non deve fare altro che cliccare qui. 

Sul sito ufficiale di Dove.it alla sezione “Lavora con Noi” troverete poi le posizioni aperte al momento. Vi basterà andare su quella di interesse e inviare la vostra candidatura. 

leggi anche l’articolo —> Comunicazione e marketing: 50 opportunità di lavoro

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Ariana Grande tour 2019, aggiunte altre 19 date: verrà in Italia?

mauro colagreco mirazur

Chi è Mauro Colagreco, il nuovo numero uno della cucina nel mondo