in ,

Dove mangiare a Cagliari: ristoranti alternativi, 5 indirizzi utili

Sardegna terra di sole, mare, vento, profumi e sapori unici. E Cagliari, uno dei suoi gioielli, meta turistica ogni anno popolata da migliaia di visitatori, tutta da scoprire. La stagione balneare è iniziata, l’afflusso turistico si intensifica e il capoluogo sardo, che si affaccia sul mare, svela il suo fascino: non solo le sue bellezze naturalistiche, ma la città si fa anche apprezzare dal punto di vista architettonico e culinario. Siete in vacanza nella graziosa cittadina, efficiente nei servizi, pulita e accogliente, e oltre a godere delle spiagge paradisiache delle coste del Sud volete concedervi il piacere del cibo in modo alternativo? Allora le righe che seguono fanno al caso vostro. Urban Donna – Cucina vi propone 5 itinerari enogastronomici molto particolari, e vi invita a regalarvi per un giorno un’esperienza culinaria insolita. Ecco 5 indirizzi utili per voi:

Il Bistrot di Pomata, un ristorante situato nel cuore della città, in viale Regina Margherita, a un passo dalla via dei negozi. A caratterizzarlo un menu del territorio, ma con una peculiarità: la cucina giapponese; nel locale troverete infatti l’attrezzata penisola rettangolare per il sushi, ma anche un menu ‘da banco’, come in un oyster bar. C’è poi l’area riservata e più ‘intima’ del Bistrot, arredato in stile francese, dall’atmosfera minimal per chi ama lo stile retrò.

Zemini Sailing, nel porticciolo di Marina Piccola, l’occasione per trascorrere una giornata estiva e di vacanza diversa dal solito, facendo una gita completa di aperitivo in barca a vela e un tour di Cagliari e delle coste del Sud Sardegna.

Civicozero La Prosciutteria, in viale Regina Margherita. Un posto ideale dove assaporare insalatone, salumi e formaggi locali, ma anche location perfetta per aperitivi sia a pranzo che a cena, per degustazione di vini e birre artigianali, anche analcoliche, molto particolari.

Milestone Pizzorante: location accogliente sita in via Corte d’Appello, nella Cagliari storica. Pizze raffinate lievitate 24 ore e una cucina ‘internazionale contemporanea’ preparata con i migliori ingredienti locali. Un menu che varia frequentemente regalando diversità culinarie tutte da scoprire, un ‘Pizzorante gourmet’ dove la pizza al nero di seppia è una specialità molto apprezzata dai clienti.

Zupposofia, un modo alternativo di mangiare, dove oltre a saziarsi ci si nutre, al di là del cibo. Un luogo dove il tempo si ferma e si riscoprono gli antichi sapori della propria terra, dove non si cucina né carne né pesce, ma esclusivamente prodotti di provenienza biologica e biodinamica. Meta ideale per chi vuole riscoprire la genuinità e la semplicità del cibo senza ‘artifici’. E per i palati più curiosi ed esigenti, c’è anche il sushi vegetariano. Zupposofia si trova in vico 1° Barone Rossi, cosa aspettate a scoprirla?

Foto Michela Becciu

Cagliari, veduta dal Bastione Saint Remy

Cagliari, veduta dal Bastione Saint Remy
Cagliari Bastione Saint Remy

Cagliari Bastione Saint Remy
Cagliari, veduta dalla Sella del Diavolo Poetto
Cagliari, veduta dalla Sella del Diavolo Poetto
Cagliari Bastione Saint Remy, Sella del Diavolo sullo sfondo
Cagliari Bastione Saint Remy, Sella del Diavolo sullo sfondo

 

Vatileaks 2 sentenza

Vatileaks 2, arriva la sentenza: monsignor Balda e Chaouqui condannati

Luca Argentero e Cristina Marino

Luca Argentero gossip: con Cristina Marino estate bollente