in

Dove sciare? Ecco 5 piste da sci imperdibili sulle Alpi

Per tutti voi che state guardando il cielo cercando di capire se scenderà la neve e se domenica potrete inforcare i vostri sci, UrbanPost regala una piccola guida alle 5 migliori piste che quest’inverno dovrete assolutamente provare. Non abbiamo scelto le famosissime che trovate in ogni guida, non sono le celebri “Gran Risa” o “3-tre”; sono perle meno note al grande pubblico che punteggiano le nostre Alpi.

Selva di Val Gardena, pista CIR: questa pista rossa è ubicata in zona Dantercepis e, dopo una parte iniziale che presenta alcune possibili varianti, si getta in un tratto centrale che rappresenta il suo vero punto di forza: una sequenza mozzafiato di cambi di pendenza dove potrete tirare curvoni da gigante e testare la tenuta delle vostre gambe. Il lato negativo è che il tracciato è sempre piuttosto popolato e quindi il consiglio è di gettarvi a capofitto verso Selva in giornate infrasettimanali.

Cervinia, pista 62 + pista 59: le due piste sono classificate come nere e possono essere percorse in sequenza, costituendo quindi un unico tracciato. Si parte con la 62 che presenta subito un muro di notevole pendenza alla conclusione del quale percorrerete un piano di qualche centinaio di metri che vi porterà all’attacco della 59. Qui troverete 3 muri, con relativi cambi di pendenza, da tirare al massimo visto che, fortunatamente, il tracciato è raramente affollato.

Chiesa Valmalenco: pista Thoeni: pista nera, disegnata dal grande sciatore italiano, che regala sempre tanto divertimento. Si parte con una sequenza di cambi di pendenza. La pendenza tende ad aumentare col progredire del tracciato fino ad arrivare a un falso piano che vi condurrà al clou della pista: la parte terminale del tracciato è infatti un muro con pendenza che sfiora il 70%.

Alagna, pista V3: questa pista nera vi porta da Passo Salati a Pianalunga e si snoda sulle pendici del Monte Rosa. La larghezza della pista non è eccessiva ma il tracciato presenta ottime pendenze e cambi sempre divertenti. Dopo i quasi 1000 metri dislivello trovare l’impianto di risalita garantirà alle vostre gambe un po’ di meritato riposo.

La Thuile: pista Tra Franco Berthod: è la nera più ripida d’Italia col suo muro al 73% di pendenza e la sua neve spesso ghiacciata. Solo per esperti.
Non vi resta che provarle e farci sapere

Banca Mondiale: tirocini retribuiti a Washington

palermo

Palermo: tra gli arresti per corruzione anche quello del commercialista delle suore Teatine