in ,

Due donne uccise in casa nel Catanese: scena del crimine raccapricciante

Aggiornamento 14 dicembre – I carabinieri di Catania hanno fermato il presunto responsabile del duplice delitto, si tratta di un pregiudicato 30enne di Ramacca, Gianluca Modica, il movente sarebbe quello della rapina. L’uomo, incastrato dalle telecamere a circuito chiuso della zona, avrebbe portato via dalla casa 200 euro e ucciso le vittime con una coltellata alla gola.

*****

Duplice omicidio nel catanese: le vittime sono due anziane sorelle, picchiate e accoltellate a morte nella loro abitazione, forse durante una rapina. Le due donne, Lucia e Filippa Mogavero, di 70 e 79 anni, sono state aggredite oggi, mercoledì 13 dicembre, nella loro abitazione di Ramacca, nel Catanese. Secondo una prima ricostruzione fatta dalla Scientifica giunta sul posto, sarebbero state picchiate selvaggiamente e accoltellate durante un tentativo di rapina. Indagano i carabinieri e la procura di Caltagirone.

Il Procuratore ha definito “raccapricciante” la scena del crimine presentatasi agli occhi dei militari, e ha denunciato un livello di criminalità in zona a dir poco preoccupante: “E’ l’ennesimo massacro che si registra nel Calatino, sono già sette gli omicidi registrati. Alcuni dei quali molto efferati. Lavoriamo in condizioni molto difficili”, queste le sue parole , “La scena del delitto è raccapricciante. Donne picchiate e colpite con arma da taglio. Bisogna fermare questo massacro. Noi e le forze dell’ordine siamo impegnati al massimo con i problemi di organico e anche legati al territorio e alla criminalità presente”.

Potrebbe interessarti anche: Renata Rapposelli news: da cella telefonica unica certezza investigativa

Al momento non vi sono certezze investigative, tuttavia sembra che gli inquirenti siano propensi per la pista della rapina, poiché l’abitazione all’arrivo delle forze dell’ordine era messa completamente a soqquadro. Non si esclude tuttavia quell’apparente disordine sia stato anche creato ad arte per depistare le indagini. Le vittime sono sorelle, entrambe nubili e casalinghe. La loro casa, scena del delitto, si trova vicino alla villa comunale. Lì abita anche una terza sorella che fa l’insegnante e al momento della tragedia si trovava a scuola. E’ stata lei una volta rincasata a trovare i corpi martoriati delle povere sorelle.

Seguici sul nostro canale Telegram

Concerti San Siro 2018

Diretta Milan – Verona dove vedere in tv e streaming gratis Coppa Italia

giallo di cornuda news

Giallo di Cornuda news: Sofiya aveva un segreto, l’amica lo svela in tv