in ,

Duplice omicidio a Trapani: coppia massacrata a coltellate nel pianerottolo di casa

Sgozzati, e i loro corpi martoriati da molteplici coltellate: sono stati ritrovati così i giovani coniugi siciliani, Angelo Cannavòdi 30 anni e la moglie 29enne, Rita Decina. Erano riversi in una pozza di sangue sulle scale del condominio popolare in cui risiedevano, nella periferia di Mazara del Vallo, nel Trapanese.

A primo acchito, quando ieri sera sono giunti sul posto, i carabinieri si sono subito accorti che sui cadaveri e nella scena del crimine c’erano i segni di una colluttazione: le vittime avrebbero dunque lottato con chi li ha uccisi. La Scientifica è già al lavoro nella speranza di rinvenire tracce utili alle indagini.

Si è appreso che la coppia viveva in condizioni di estremo disagio economico e precarietà, e che nei giorni scorsi aveva ospitato in casa il fratellastro di 8 anni della donna, che però al momento dell’accaduto non sarebbe stato nell’abitazione. In queste ore gli inquirenti stanno interrogando parenti e amici delle vittime per poter ricostruire gli antefatti che hanno portato all’orrendo crimine. Benché al momento nessuna pista investigativa sia esclusa, chi indaga si starebbe concentrando sui piccoli precedenti penali per droga del 30 enne ucciso.

46enne morto a napoli news

Meningite a Milano: in coma un rappresentante mantovano di 45 anni

Zlatan Ibrahimovic

Calciomercato, probabili formazioni big europee: oggi giocherebbero così