in

Dynamo, a Bologna la prima velostazione d’Italia

Aprirà a Bologna il 25 Settembre Dynamo, il primo progetto di velostazione in Italia: sei soci e il progetto di far diventare la bicicletta una delle basi per lo sviluppo urbanistico futuro.

Il progetto è costituito da parcheggio custodito, noleggio, riparazione e, ancora, informazioni turistiche bike-cafè, book-corner, consulenza e sala d’aspetto. Un modello impegnativo, insomma, che prende spunto dalla città di Groningen: posizionata nel Nord dei Paesi Passi, la cittadina vanta poco più di 200mila abitanti ma è la città più ciclabile del mondo con oltre il 57% di spostamenti fatti tramite l’uso della bicicletta.

Non solo un investimento pratico ma anche culturale: l’uso della bicicletta in Italia, infatti, non fa ancora parte del sentire comune dei cittadini come può esserlo nei Paesi Bassi e a Groningen. Nonostante siano nati parcheggi e servizi di bike sharing in città come Milano e Firenze, nel nostro Paese siamo ancora lontani dall’abitudine di utilizzare la bicicletta anche per spostamenti di lavoro o non prettamente di piacere. Coloro che ne fanno un uso saltuario, infatti, troverebbero non poche difficoltà: dalle ruote sgonfie al traffico cittadino, le due ruote potrebbero apparire più come un ostacolo che come un’opportunità. Proprio per questo motivo, quindi, Dynamo non sarà solamente la prima velostazione d’Italia ma anche il luogo in cui potranno passare tutti i contenuti del mobiliy management.

Moto Gp

Moto Gp, Gran Premio Brno: Rossi scivola nelle libere, prima caduta stagionale

Prcic al Torino

Calciomercato Torino Ultimissime: i granata puntano Prcic