in

E’ morta Marisa Amato: fu calpestata dalla folla a Torino durante la finale di Champions del 2017

Marisa Amato è morta stamattina due anni di distanza da quella tragica sera del 3 giugno 2017 quando fu calpestata dalla folla in Piazza San Carlo a Torino, davanti al maxi schermo allestito per la finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid. Marisa Amato è deceduta all’ospedale Cto di Torino, dove era ricoverata da alcuni giorni nel reparto di Terapia intensiva per il sopraggiungere di alcune complicazioni. La donna, 65 anni, dopo essere stata calpestata dalla folla in fuga in preda al panico dopo lo scoppio di alcuni petardi, aveva subito lesioni molto gravi ed era rimasta tetraplegica.

Secondo quanto riferisce il quotidiano torinese La Stampa, Marisa Amato era stata ricoverata per alcuni problemi respiratori. La donna ha poi chiesto con lucidità e fermezza ai medici della Terapia Intensiva che la terapia, soprattutto il supporto respiratorio, non prevedesse mezzi invasivi come l’intubazione tracheale o la tracheotomia, pur avendo ben chiaro che questa decisione avrebbe potuto portarla ad un peggioramento fatale. Stamattina però le condizioni di Marisa sono peggiorate rapidamente fino al tragico epilogo: alle 9,15 si è spenta alla presenza dei suoi familiari.

Le vittime della tragica serata della finale di Champions 2017 salgono così a due. La prima è Erika Pioletti, la 38enne anch’essa travolta dalla folla in fuga e morta nel giugno del 2017 dopo alcuni giorni di agonia.

Torino, 8 arresti per i fatti di Piazza San Carlo a Torino

“L’isola dei famosi 2019”, Kaspar Capparoni attacca Alessia Marcuzzi: «Mi fate passare per quello che non sono!»

Mai bere al mattino il bicchiere d’acqua lasciato la sera prima sul comodino: ecco perché