in ,

E’ morto Ettore Scola, l’addio al grande regista di “C’eravamo tanto amati”

Si è spento questa sera Ettore Scola, grande maestro e regista del cinema italiano, oltre che autore di grandi capolavori quali “C’eravamo tanto amati”, “La Famiglia” e “Una giornata particolare“: tanti i messaggi di cordoglio arrivati, da Palazzo Chigi a Matteo Renzi.

Ettore Scola era un “maestro dalla incredibile ed acuta capacità di lettura dell’Italia, della società e dei suoi mutamenti, del sentimento del tempo; coscienza civile che lascia un enorme vuoto nella cultura italiana” dice Matteo Renzi partecipando al lutto per questa grande perdita del panorama artistico e cinematografico italiano.

Ettore Scola ènato a Trevico il 10 Maggio del 1931 ma, dopo poco la nascita, si trasferisce a Roma con la famiglia: proprio nella Capitale, a soli 15 anni, disegnava vignette per il giornale satirico Marc’Aurelio del quale divenne poi collaboratore durante il periodo degli studi all’Università. Negli anni ’50 scrive le sue prime sceneggiature ma l’esordio come regista risale al 1968 con “Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l’amico misteriosamente scomparso in Africa?”, film interpretato da Alberto Sordi, Nino Manfredi e Bernard Blier. Il suo più rande capolavoro è però datato 1974, anno in cui con “C’eravamo tanto amati” ripercorre un trentennio di storia italiana: da quel momento la sua carriera è susseguirsi di premi e riconoscimenti, dai David di Donatello alle numerose nomination agli Oscar.

oggi giocherebbero così Serie A

Coppa Italia, Napoli – Inter 0-2 risultato finale: highlights, sintesi e video gol

S S Lazio facebook

Programmi Tv stasera, 20 gennaio 2016: Coppa Italia Lazio-Juventus e Chi l’ha visto