in ,

È morto l’industriale Guido Ghisolfi: si è suicidato con un colpo di fucile

Suicidio shock in provincia di Alessandria: ieri in tarda mattinata il noto industriale, Guido Ghisolfi, si è tolto la vita sparandosi un colpo di pistola all’interno della sua auto. Vicepresidente della seconda azienda italiana della Chimica, facente capo al gruppo Mossi & Ghisolfi, multinazionale chimica in forte sviluppo nel campo dei ‘biocarburanti’, l’uomo è stato ritrovato dai carabinieri all’interno della sua auto, parcheggiata in una strada di campagna vicino a Tortona, dove viveva. Ad allertare le forze dell’ordine i familiari dell’imprenditore, preoccupati perché non aveva fatto ritorno a casa per il pranzo.

Ghisolfi muore a 58 anni, senza lasciare nemmeno un biglietto per spiegare le ragioni del suo gesto alla famiglia. L’imprenditore era molto noto anche negli ambienti della politica e dello sport: grande amico ed estimatore di Matteo Renzi, Ghisolfi era iscritto al Pd e ne aveva finanziato la campagna alle primarie del 2013; da giovane era stato anche dirigente della società cestistica della sua città, Derthona basket.

Pasqua 2015 in Marocco: riad di lusso a Marrakech e dintorni

pomeriggio 5

Pomeriggio 5 anticipazioni puntata 4 marzo: Massimo Bossetti ricorda troppo, la memoria lo tradisce?