in

E’ morto Little Tony: stroncato a 72 anni da un cancro ai polmoni

Ci ha lasciati Little Tony, l’Elvis degli italiani, da tempo afflitto da un cancro ai polmoni incurabile; il musicista si è spento a 72 anni presso una clinica capitolina. Lascia soltanto da morto i panni del “ragazzo con il ciuffo”, la sua passione per il rock reinterpretato in chiave italica non ha mai abbandonato Antonio Ciacci, in arte Little Tony, che a soli 18 anni “emigra alla volta del rock”. Nel 1958, durante uno spettacolo al teatro Smeraldo di Milano, viene notato da un impresario inglese, Jack Good, che lo convince a partire con i suoi fratelli, Enrico e Alberto anch’essi musicisti, per l’Inghilterra dove nascono i “Little Tony and his brothers“.

72 anni

Impara la lingua inglese ma soprattutto, giunge con tempismo perfetto:  il 17 agosto 1960 per la prima volta ufficialmente un gruppo si esibì con un contratto a nome “The Beatles“. Diviene ospite fisso di un programma televisivo, i suoi spettacoli hanno grandissimo successo e un autore del suo mito, Elvis Prestley, scrive per lui un brano Too Good, che arrivo’ nella top 20 inglese nel 1959. Nel 1961 Little Tony rientra in italia e vive il suo decennio d’oro costellato di successi e clamore di pubblico: 24mila baci con Celentano, Riderà, Cuore Matto, La spada nel cuore, in coppia con Patty Pravo, e tante, tantissime, altre canzoni che sono entrate nella cultura popolare del nostro Paese.

L’uomo aveva avuto un infarto nel 2006 durante un concerto tenutosi in Canada dal quale si ristabilisce molto bene, al punto da affrontare, purtroppo per l’ultima volta, il palco dell’Ariston nel 2008 con la sua “Non finisce qui”. Da quel palco era decollata la sua carriera nel 1961, in coppia con Adriano Celentano, e da quel palco prendo congedo più di quarant’anni dopo. Little Tony ha vissuto gli ultimi tre mesi di vita in una clinica romana, Villa Margherita, con la coscienza di essere arrivato all’epilogo; i trionfi di una vita vissuta con tanto entusiasmo e successo saranno stati compagni dei suoi ultimi tempi, una compagnia lieve colma di ricordi, si spera, appaganti. Addio dunque a Little Tony ed al suo portentoso ciuffo, re della musica leggera italiana nel decennio d’oro: gli anni Sessanta.

Written by Vittoria Verdi

Giornalista pubblicista, reporter e copywriter. Appassionata di cinema, simpatizza decisamente per i cani ma sta imparando a relazionarsi ai gatti con risultati soddisfacenti, scrive per svariate testate giornalistiche on line e cartacee. Astemia, vintage prima della moda del vintage e amante dello smalto rosso in ogni sua declinazione.

Inquinamento in città: pronta legge per ridurre auto

Biografilm Festival 2013 a Bologna