in ,

Ecco come comprare casa con un euro nei borghi più belli d’Italia

Potrebbe essere un’ottima soluzione per contrastare l’abbandono di borghi e città da parte degli abitanti. L’unico vincolo richiesto è assumersi gli oneri di ristrutturazione previsti degli immobili dismessi.
In alcuni paesi della penisola è già una realtà intermediata dal comune. Si tratta di case di privati messe in vendita per chi, ad esempio, non ha la possibilità di comprare un’abitazione nuova ma non vuole andare a vivere in affitto
Infatti in alcuni casi i costi di ristrutturazione non superano i 25mila euro, cifra nettamente inferiore rispetto ai prezzi vigenti sul mercato attuale per una compravendita.

rivalutazione patrimonio artistico

In Sicilia, a Gangi (Palermo), sono rimaste in vendita sedici case “a castello”, costruite su più livelli, mentre a Salemi (Trapani), paese dell’ex sindaco Vittorio Sgarbi, l’iniziativa si è fatta strada per contrastare gravi danni subiti dal centro storico durante il terremoto del Belice nel 1968.
In Liguria, a Carrega Ligure (Alessandria) invece la situazione è cambiata sin da fine ‘800 quando molti abitanti sono emigrati verso le Americhe abbandonando 
completamente le loro abitazioni. É considerata dai promotori una sfida concreta per la salvaguardia del patrimonio architettonico italiano atta ad aiutare chi sta cercando casa.

Per partecipare all’iniziativa bisogna elaborare un progetto di ristrutturazione della casa entro l’anno in cui è stato acquistato l’immobile e sostenere le spese notarili per la registrazione, le volture e l’accatastamento. Rilasciate le autorizzazioni si hanno a disposizione due mesi di tempo per far partire i lavori di rivalutazione.

Anticipazioni Beautiful mercoledì 30 luglio: Liam dà un ultimatum ad Hope

formazioni prima giornata serie a

Amichevole Inter-Manchester United, vincono gli inglesi ai rigori