in ,

Ecco perchè non c’è vita su Marte, la scoperta del robot Curiosity

Si spegne il sogno marziano. Secondo i dati provenienti dal robot-laboratorio Curiosity sul pianeta rosso c’è pochissimo metano, almeno 6 volte meno delle previsioni dei tecnici. L’ipotesi di trovare microrganismi ancora vivi svanisce.

Il gruppo di ricercatori seguiti dall’Istituto di Tecnologia della California, sono più che certi, su Marte non c’è vita, i risultati del lavoro sono stati pubblicato sulle pagine di Science. Grazie ad una serie di osservazioni fatte precedentemente da alcuni telescopi terrestri e da una sonda in orbita attorno al pianeta rosso, avevano suggerito che l’atmosfera di Marte fosse costituita da un cospicua quantità di metano, una molecola che faceva ben pensare alla possibilità della presenza di forme di vita.

Il metano dunque è l’idrocarburo più abbondante nel sistema solare e si trova nell’atmosfera di diversi pianeti e satelliti. Sulla Terra secondo le stime, il 95 per cento circa di metano atmosferico abbia origine biologica, vivente o fossile, di conseguenza la presenza di metano nell’atmosfera di Marte è stata considerata una potenziale attività biologica passata o addirittura ancora in corso.

marte


I dati ottenuti da Curiosity direttamente su Marte dallo spettrometro laser a bordo di Curiosity (Tunable Laser Spectrometer), sono state eseguite più volte in giornate differenti ed in ogni stagione. Il limite superiore stabilito dalla rilevazione è di di 1,3 parti per miliardo (in volume), una quantità che non basta di certo a generare vita sul pianeta rosso.

Seguici sul nostro canale Telegram

Belen Rodriguez matrimonio, Elena Santarelli e le altre invitate vip su Twitter

Francisco de Zurbarán: mostra alla Fondazione Ferrara Arte