in ,

Eco-cohousing: cos’è e come funziona

Capire facilmente cos’è il cohousing è pensare alle tipiche riunioni di condominio in cui i vicini si “prendono per i capelli” e sull’ascensore neppure si salutano, a volte per quisquilie. Ecco, tenendo ben a mente questa immagine, pensiamo esattamente al contrario! Cohousing è non solo abitare nello stesso stabile, ma anche condividere spazi comuni: orti, auto, lavanderie, giardini, laboratori per il fai-da-te, piccoli asili… I progetti nascono sempre dalla richiesta di singole persone, coppie o famiglie, che, conoscendosi e “progettando insieme” pensano di poter condividere le stesse idee e lo stesso modello di abitare. Aggiungendo il termine eco-logico a tutto ciò, ne risulta un nuovo tipo di abitare: insieme e a basso impatto ambientale! Le scelte dei materiali saranno eco-compatibili e le tecniche usate volgeranno al risparmio energetico.

cohousing esterno e tetti pannelli

All’estero sono già presenti esperienze di questo tipo, in Italia ci sono già esperienze attive ed altre in via di progettazione soprattutto per il recupero di stabili dismessi. Nel cremasco un gruppo di famiglie si è associato e ha dato il via ad “Abitare Nèxus” che ha avuto il patrocinio del comune di Pandino. In Emilia-Romagna la recente associazione Co-Ab intende promuovere proposte di co-abitazione nel bolognese e si è formata unendosi alla già esistente E’/Co-housing esperta nel settore. In Toscana oltre alla presenza dell’associazione Cohousing in Toscana, è stata aperta un’agenzia immobiliare Toscana Cottage , prima in regione, con una sezione specializzata dedicata al tema.

I temi e le proposte che emergono da tante richieste ed esperienze dovrebbero far riflettere su che cosa vada cercando oggi il “nuovo abitante“. Non più case in cemento armato, modello anni ’60, ma un modello di casa che rispecchi l’idea della solidarietà di vicinato. Rispetto, lavoro insieme, spazi  verdi comuni e sostenibilità ambientale. Recupero dell’esistente e non nuove costruzioni, la continua edificazione non è sostenibile. Insomma, anche questo è un tentativo di sana decrescita!
photo credit: seier+seier via photopin cc   | crume via photopin cc

nesw italia

Alfano difende i poliziotti, ironizza sui manifestanti e attacca i giornali

Mercato, Torino: c’è anche il Borussia Dortmund su Immobile