in

Effettuare il login dal cervello? Sarà più facile che cambiare password

Il futuro del log in è nel cervello. Vista la debolezza delle password ed i numerosi attacchi che ricevono ogni giorno, la direzione per la protezione dei propri dati potrebbe portare diritto verso al connubio con la scansione cerebrale. Non è fantascienza, ma possibile realtà. In questo periodo infatti molti device si stanno avvicinando alle tecnologie biometriche per garantire accessi a prova di hacker. E se l’impronta digitale, vedi iPhone, è già realtà, Microsoft punta decisamente verso la specificità dell’iride.

Sono ricercatori dell’università di Birmingham, Inghilterra, ad affermare in questi giorni di aver trovato il modo per garantire il log in più sicuro al mondo. Log in che appunto sarà possibile solo previa scansione cerebrale. L’operazione è stata completata grazie all’utilizzo di uno speciale casco EEG.

Ma come funziona? Il dispositivo proietterà 5 immagini al secondo per 500 totali. La risposta del cervello sarà la tara per il log in. In base ai test i recercatori inglesi assicurano un livello di accoratezza del 100%. Impossibile hackerare un cervello, almeno fino ad ora. Ovviamente è ancora oggetto di studio, ma l’idea potrebbe presto diventare accessibile al grande pubblico.

Photo Credits shutterstock.com

cosenza ragazzo pestato dal branco

Cosenza shock: pestato dal branco per avere difeso l’amica, denunciati minorenni

Calciomercato estero

Calciomercato estero: Lavezzi più vicino alla Cina, ma il Psg non molla