in ,

Egitto, 12 turisti uccisi per errore: erano stati scambiati per jihadisti dell’isis

“Il Messico condanna questi atti contro i nostri cittadini ed esige dal governo egiziano un’indagine esaustiva di quanto accaduto”, è quanto scritto su twitter dal Presidente messicano Enrique Pena Nieto a seguito dell’uccisione di 12 turisti in Egitto.

I 12 malcapitati si trovavano  a bordo di vetture 4×4 per un tour nel deserto occidentale egiziano, quando un gruppo di forze armate in servizio per un’operazione anti Isis, avrebbe scambiato il gruppo per jihadisti del gruppo estremista islamico. Tre aerei da combattimento hanno cominciato a sparare razzi e missili sui convogli, come riportato da una fonte al quotidiano spagnolo El Mundo. I turisti hanno cercato la fuga, ma sono stati inseguiti dai militari che hanno sparato altri colpi uccidendoli tutti. Un episodio, che secondo il ministro degli esteri egiziano sarebbe occorso perchè il gruppo “non aveva permessi e non aveva informato le autorità”.

L’operazione anti Isis era in corso a causa dei fatti accaduti qualche giorno prima, quando un egiziano è stato capitato proprio nella regione del deserto occidentale egiziano da otto membri dell’Isis per poi essere appeso ad un albero. I jihadisti, secondo testimoni, sarebbero fuggiti su fuoristrada 4×4, gli stessi tipi di veicoli sui cui viaggiava il gruppo di turisti, da quì il terribile malinteso.

Roberto Saviano a Ballarò

Ballarò anticipazioni seconda puntata 15 Settembre 2015: intervista a Roberto Saviano

Serena Garitta è incinta

Serena Garitta incinta: un misterioso nuovo compagno la renderà mamma per la prima volta