in ,

Egitto: ancora spari sulla folla, telefonata tra Letta ed Hollande: subito vertice Ue

A Ramses Square, al Cairo, c’è stata la minifestazione dei pro-morsi dove sono intervenuti i sostenitori da tutta la citta’. Anche per oggi purtroppo c’è da fare la stima delle vittime, che attualmente secondo un dato provvisorio sarebbero 42 i morti solo a Ramses Square. Lo ha riferito la rete al Jazira in arabo.

Nonostante il rigoroso divieto imposto dalle autorità locali, i migliaia di sostenitori dell’ex presidente Morsi sono scesi comunque in strada, è bastato poco per far sollevare in volo i terribili elicotteri dell’esercito. Oltre alle vittime di Ramses Square, nel centro del Cairo, sono stati registrati anche scontri e morti in altre citta’ del Paese: otto manifestanti sarebbero stati uccisi a Damietta, cinque si registrano a nord di el Arish vicino al Sinai e almeno sette sono le vittime a Ismailia.
Egitto scontri


L’ambasciatore italiano in Egitto ha lanciato un appello agli italiani che si trovano sul posto: “e’ pericoloso, italiani restate nei resort”.

Intanto il premier Enrico Letta, ha spiegato con un tweet di aver parlato al telefono con il presidente francese, Francois Hollande e questo è ciò che ha scritto alla fine del colloquio telefonico:
“Necessaria subito una iniziativa Ue per immediata cessazione di ogni repressione e violenza”.

Intervento anche da parte del cancelliere tedesco Angela Merkel, che in un comunicato congiunto con Hollande hanno chiesto la fine immediata delle violenze in Egitto e la successiva convocazione di un vertice Ue a livello di ministri degli Esteri la prossima settimana. Per il prossimo lunedi’ e’ gia’ previsto un incontro a Bruxelles dei rappresentanti dei 28 paesi dell’Unione.

Seguici sul nostro canale Telegram

Rosalia Mera

Zara, scomparsa la co-fondatrice Rosalia Mera la donna che ha reso la moda accessibile a tutti

Guarire le ferite croniche con il miele