in ,

Ego International analizza il fatturato del settore delle macchine utensili

Ego International ricorda, dopo 5 anni di regolare crescita, che il comparto dei produttori di macchine utensili, robot e automazione nell’anno passato ha ottenuto un fatturato totale degno di nota e che ha lasciato più che soddisfatti sia gli operatori che lo stesso Massimo Corbero, presidente di UCIMU. Il presidente, ricorda Ego International, ha parlato di fatturato all’interno della conferenza stampa di fine anno, dichiarando che il 2019 sarà caratterizzato da stabilità.

Ego International analizza il fatturato del settore delle macchine utensili

Ego International ed il fatturato 2018 delle macchine utensili

Secondo Ego International, è necessario partire dall’analisi di quello che è stato il fatturato registrato nel 2018 per comprendere cosa aspetta il settore delle macchine utensili per l’anno corrente. Come sostenuto da Massimo Corbero, non ci si sarebbe potuta aspettare una crescita percentuale di fatturato costante come quella avvenuta negli anni passati. È fisiologica una stabilità, e quello che si prospetta per l’anno corrente è proprio questo. Ego International ricorda che il fatturato complessivo del 2018 è cresciuto fino ad arrivare ad oltre 9 miliardi di euro, con un’incidenza percentuale pari al 13.4% sul 2017.

Ego International ed il fatturato 2018 delle macchine utensili: i dettagli

Questo risultato, sottolinea Ego International, è stato determinato dall’ottima performance delle aziende di settore sul mercato interno, che ha avuto una crescita del +21,1% ed un aumento delle esportazioni del +7.2%. Ego International, consultando i dati Istat, riporta inoltre i principali mercati esteri d’interesse per il settore:

  • Germania: 246 milioni di euro (+11,6%);
  • Cina: 237 milioni di euro (+7,1%);
  • Stati Uniti: 223 milioni di euro (+9.5%);
  • Polonia 143: milioni di euro (+49,8%).

In riferimento a questi dati Ego International sottolinea come l’Italia abbia rafforzato il suo ruolo all’interno del mercato globale, dove si distingue per il Know-How delle imprese di settore. L’Italia ha potuto raggiungere questa crescita di fatturato grazie alla vivacità della domanda interna ed alle politiche da parte dello stato, come Industria 4.0 ed il superammortamento (ormai cancellato). L’aumento sui mercati esteri è imputato da Ego International non soltanto alle sovvenzioni statali ma anche alla capacità del Made in Italy di essere flessibile, saper ascoltare l’end users e di porre l’attenzione nel servizio erogato.

Ego International: le previsioni sul fatturato del 2019

Ego International segnala che l’Italia risulta essere quarta tra i costruttori di macchine utensili e terza tra gli esportatori a livello mondiale. Il presidente di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE sostiene che per il 2019 ci sarà da curare in particolar modo il mercato cinese. “La Cina rappresenta un’area con enormi potenzialità”, ha sostenuto. Inoltre, ricorda: “è un mercato che vuole crescere sul piano dell’industria manifatturiera ed il nostro comparto di macchine utensili è il miglior partner per raggiungere l’obiettivo”. Ego International accoglie il suggerimento di Corbero, utile ad aumentare il fatturato e anche se per il 2019 le previsioni dicono che ci sarà stabilità, concentrarsi sul mercato cinese può permettere al settore di continuare nella sua scalata.

virginia raggi

Attacco a Virginia Raggi, Silvestri: «Non so se incapace sia un insulto, ma so che è una bugia»

Sonia Bruganelli, su Instagram è «Cicciona»: la moglie di Bonolis costantemente sotto accusa