in ,

EgyptAir aereo scomparso, trovati oggetti galleggianti: probabile ipotesi attentato

È giallo sul presunto ritrovamento dei rottami dell’Airbus Egyptair partito da Parigi e diretto a Il Cairo con a bordo 66 persone, precipitato questa notte nel Mediterraneo, al largo delle isole di Rodi e Creta. La notizia sarebbe stata infatti smentita dalla tv di Stato egiziana, mentre la compagnia aerea EgyptAir conferma che sono stati trovati alcuni materiali del relitto vicino all’isola greca di Karpathos: giubbotti di salvataggio e materie plastiche galleggianti e “due oggetti arancioni a 370 kilometri a sud-sud-est dell’isola di Creta, nello spazio aereo egiziano” rinvenuti dall’esercito greco.

Intanto rimangono aperte tutte le ipotesi circa la causa del disastro aereo. Dietrofront degli Stati Uniti, che nel pomeriggio avevano parlato di una possibile bomba a bordo del velivolo: “Le prime indicazioni sono quelle di una bomba”, avevano dichiarato fonti dell’amministrazione Obama citate dai media Usa. John Earnest, portavoce della Casa Bianca, ha poi smentito la notizia, dichiarando che non è ancora possibile sbilanciarsi in tal senso, giacché indagini e accertamenti sono ancora in corso.

“La possibilità che si sia trattato di un atto terroristico è più forte di quella del guasto tecnico”, ha tuttavia affermato il ministro dell’aviazione civile, Sherif Fathi, ribadendo la necessità di cautela, in quanto i tempi non sarebbero ancora maturi per trarre delle conclusioni. Anche i servizi russi propenderebbero per l’ipotesi terrorismo.

Ministero della Giustizia concorso per notai regione Lazio

Ministero della Giustizia lavoro 2016: 500 posti per notai nel Lazio

Vacanze agosto 2016 in Grecia

Vacanze agosto 2016 in Grecia: da Mykonos a Corfù all’insegna del mare e del relax