in ,

Elena Ceste aveva una doppia vita? L’ex fidanzato Paolo Lanzilli la difende

Il caso Elena Ceste continua a tingersi di giallo, anche perché nelle ultime ore si continua a parlare con insistenza di una presunta doppia vita della donna, a quanto pare ingabbiata all’interno di una vita matrimoniale che la opprimeva. Sono evidenti i suoi tentativi di trovare delle ‘vie di fuga’ dalla quotidianità, e almeno sei le figure maschili con le quali la mamma di Costigliole intratteneva dei rapporti d’amicizia, sulla cui autenticità suo marito Michele Buoninconti nutriva dei dubbi, come emerso dalle indagini e dalle sue stesse dichiarazioni alla stampa.

Morena Deidda e Paolo Lanzilli, migliore amica ed ex fidanzato di Elena, hanno a tal riguardo costituito il comitato “Insieme per Elena”, al fine di salvaguardarne la reputazione e tutelare i suoi 4 figli, esposti alle dicerie di paese ed alle illazioni sulla vita privata della loro mamma che spesso e volentieri si fanno a mezzo stampa. “Elena era una brava mamma e moglie, non è giusto che si insinuino certe maldicenze sul suo conto” – ha dichiarato ieri Paolo Lanzilli ai microfoni di Quarto Grado“Sarebbe bene che si trovasse l’assassino che l’ha tolta ai suoi figli, e non che si mettessero in giro delle false voci su di lei”.

Paolo, forte della sincerità ed autenticità del rapporto con Elena, ribadisce di avere sempre reso pubblici i contenuti delle chat che si scambiava con lei, ed accusa la stampa di averle modificate “ad arte” per dimostrare che invece tra loro ci fosse del tenero.

Ricette Bake Off Italia 2: la torta salata di Stephanie rifatta in casa

Balletto Snaw Lake di M.Bourne all'Arcimboldi di Milano

Swan Lake di Matthew Bourne: “Il lago dei cigni” reinventato in chiave moderna, recensione