in ,

Elena Ceste, frasi shock del marito intercettato: “Elena va raddrizzata”

Il Gip di Torino che ha predisposto l’arresto di Michele Buoninconti, Giacomo Marson, ha definito “inquietanti” le intercettazioni ambientali che hanno inchiodato il marito di Elena Ceste, arrestato ieri con l’accusa di omicidio premeditato ed occultamento di cadavere. L’indagato sarebbe affetto da “personalità di tipo ossessivo-compulsivo” ed avrebbe agito dopo aver maturato nel tempo un profondo odio verso sua moglie.

Preghiere ossessive mentre viaggiava in auto e frasi sconcertanti quelle pronunciate da Michele, intercettato con i figli: “Ci ho messo 18 anni per farla diventare una donna, ho cercato di ‘raddrizzare’ la mamma …”. Michele è accusato di avere manipolato psicologicamente i suoi figli, inducendoli a non raccontare ai carabinieri dei “litigi tra mamma e papà”: “A non ascoltare il padre si fa la fine della madre che non ha ascoltato il padre”. Una frase agghiacciante pronunciata dall’indagato ai ragazzini, che malcela la sua intenzione di intimidirli, al fine di depistare le indagini. Michele Buoninconti potrebbe rischiare l’ergastolo.

carnevale ambrosiano 2015 sfilate

Carnevale ambrosiano 2015: date, storia, tradizioni e maschere del Carnevale di Milano

conchita wurst sanremo 2015

Sanremo 2015: Conchita Wurst ospite al Festival