in ,

Elena Ceste, l’agenda di Michele Buoninconti: “Sfamate oche, scomparsa mia moglie”

“Dato da mangiare alle oche, scomparsa mia moglie”. Così recitava l’agenda di Michele Buoninconti il 24 gennaio 2014, giorno della scomparsa di Elena Ceste. L’uomo annotava tutto in un diario e con questa freddezza si era appuntato anche la scomparsa della moglie. Ora Michele è accusato di omicidio, un delitto, secondo i giudici, perpetrato per riaffermare “il suo dominio”.

Emerge, dalle indagini svolte, un Buoninconti ossessivo fino al limite della pazzia. Entrava dal medico insieme alla moglie e gli ordinava di rivolgersi a lui e non alla paziente. Pagava l’assicurazione dell’auto solo per i mesi scolastici, affinché la donna non potesse uscire d’estate e non le dava neppure i soldi per comprare il pane.

Una volta uccisa la moglie Buoninconti aveva cercato di trovare un’altra donna. Ne aveva incontrata una a cui aveva scritto questo sms: “Un uomo solo, che sa fare bene la pizza e i lavori domestici. Non mi serve una donna che lavora fuori, ma arrivare a casa e trovare qualcuno che mi aspetta”.

su Rai2 Castle

Stasera in tv: La fortuna bussa due volte e L’era glaciale 3 – L’alba dei dinosauri

Anticipazioni Beautiful lunedì 2 Febbraio: Carter lascia Maya