in ,

Elena Ceste news a Mattino 5: Michele fuori dal carcere? Nuova perizia lo scagiona

Ci sono novità sul caso Elena Ceste, la casalinga 37enne scomparsa da Costigliole d’Asti il 24 gennaio 2014 e ritrovata cadavere il 18 ottobre dello stesso anno. Oggi a Mattino 5 si è fatto il punto sull’inchiesta, che al momento vede solo un indagato: il marito della donna, Michele Buoninconti. In carcere dal 29 gennaio 2015, il vigile del fuoco si difende dalle accuse e continua a proclamare la sua innocenza. E proprio nelle ultime ore è emersa un’indiscrezione su una nuova perizia di parte che lo scagionerebbe. Stando alla difesa Michele Buoninconti non avrebbe avuto il tempo materiale – alla luce del quadro accusatorio fatto dalla Procura di Asti – per uccidere la moglie ed occultarne il cadavere nel Rio Mersa, a 800 metri dalla loro abitazione.

Secondo la ipotetica ricostruzione fatta dalla Procura, infatti, Michele Buoninconti avrebbe ucciso la moglie e nascosto il suo cadavere in poco più di 15 minuti. Il vigile 44enne alle 8.45 avrebbe ucciso la moglie, alle 8.55 si sarebbe recato in auto nel Rio Mersa; alle 8.57, mentre era ancora in auto, telefonò ai vicini, i coniugi Rava. Alle 9.00 avrebbe spogliato Elena e ne avrebbe occultato il corpo tra gli arbusti del canale di scolo. I tabulati telefonici proverebbero quindi le sue 2 telefonate, alle 9.01 e alle 9.03, al cellulare di Elena, prova, secondo gli inquirenti, del suo depistaggio per fingere di star cercando la moglie.

Ricostruzione confutata in toto dalla perizia di parte della Dott.ssa Ursula Franco, la quale ne fa una completamente antitetica. Tanti i punti che non quadrano in questa inchiesta, molteplici le contraddizioni tuttora insolute. Lo scenario dell’inchiesta potrebbe tuttavia trasformarsi alla luce di quest’ultima perizia, ed ulteriori sviluppi potrebbero far sì che Michele Buoninconti sia scagionato.

Ferrero Sampdoria Serie A

Ferrero, non solo la Sampdoria: pronto a comprare anche il Lecce

rassegna automobilistica Modena 2014

Lavorare in Ferrari: ecco le posizioni aperte nel 2015 e i requisiti